Domenica 24 Ottobre 2021
Resi noti i risultati dei controlli di Arpa. Si lavorerà per modificare il regolamento


Sant’Alessio, antenna Wind-Tre entro i limiti di legge: nasce una commissione consiliare

di Andrea Rifatto | 09/10/2021 | ATTUALITÀ

517 Lettori unici

La seduta consiliare sull'argomento

L’antenna per la telefonia mobile nella zona nord rispetta i limiti di legge per le emissioni e verrà tenuta costantemente sotto controllo dal Comune per salvaguardare la salute dei cittadini. È ciò che è emerso in Consiglio comunale a Sant’Alessio Siculo, dove è stata discussa l’interrogazione del consigliere indipendente Nino Lo Monaco sull’attivazione della stazione radio base di Wind-Tre, avvenuta nelle scorse settimane su un edificio privato di via Consolare Valeria al termine di un contenzioso tra il colosso delle telecomunicazioni e il Comune, che ha visto quest’ultimo soccombere sia al Tar di Catania che al Cga di Palermo. La presenza dell’antenna ha fatto mobilitare anche un cittadino residente nell’edificio a fianco di quello in cui è stata posizionata, che ha sollecitato l’Arpa ad intervenire per verificare il rispetto dei limiti di esposizione ai campi elettromagnetici. “I tecnici dell’Agenzia regionale per la protezione ambientale hanno effettuato un sopralluogo il 20 settembre e non hanno rilevato il superamento dei limiti di legge per le emissioni - ha spiegato in aula l’assessore Natale Ferlito - sono state eseguite misurazioni sia istantanee che nell’arco delle 24 ore, nelle abitazioni accanto e di fronte l’antenna, ed è stato lasciato sul posto un misuratore per monitorare la situazione. Anche noi abbiamo effettuato dei rilevamenti con il nostro esperto e i valori sono sempre rimasti sotto il limite”. 

In Consiglio è intervenuto proprio l’esperto del sindaco in materia di inquinamento elettromagnetico, il professor Pippo Sturiale, che ha confermato come siano stati rilevati valori non superiori ai 2 Volt/metro, dunque più bassi del limite di legge di 6 V/m: “La potenza di progetto prevista da questa stazione radio base mi è parsa sin da subito esuberante rispetto agli scopi previsti - ha detto Sturiale - purtroppo non siamo riusciti a bloccarne l’installazione per le vie legali, attualmente comunque non tutte le portanti sono attive, viste le potenze emesse, ma bisogna stare attenti e vigilare nel tempo. Suggerisco al Comune di aggiornare il Regolamento sulle antenne, intervenendo ad esempio per stabilire i criteri localizzativi”. Il sindaco Giovanni Foti, prendendo atto come il Comune abbia pochi strumenti a disposizione per difendersi visto che la normativa statale prevale su quella locale, ha quindi proposto di creare subito una commissione consiliare per aggiornare il Regolamento, votata dall’Aula e formata dal presidente Domenico Aliberti e dai consiglieri Natale Ferlito di maggioranza e Concetto Fleres per la minoranza. Lo Monaco ha chiesto di verificare anche le altre antenne per la telefonia mobile presenti sul territorio comunale e ricordato coma la nuova antenna Wind-Tre potrebbe essere anche la causa dei disturbi al segnale televisivo riscontrati nella zona nord ma anche in altre parti del paese, mentre secondo il capogruppo di maggioranza Saro Trischitta non è certo che i disturbi alle tv derivino dall’antenna e in ogni caso il Comune non può bloccare le nuove tecnologie e il progresso.


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.