Venerdì 29 Maggio 2020
Via libera in extremis dal Ministero alla stabilizzazione. Soddisfatto il sindaco


Sant'Alessio, addio precariato per 15 dipendenti: "Non ci credevamo, quasi un miracolo"

di Andrea Rifatto | 31/12/2019 | ATTUALITÀ

742 Lettori unici

Amministratori, dirigenti e impiegati dopo la firma

“Non ci credevamo, è stato quasi un miracolo ottenere il via libera dal Ministero dell’Interno nell’ultima riunione utile. Ma ce l’abbiamo fatta”. Ad esprimere la sua soddisfazione è il sindaco Sant’Alessio Siculo, Giovanni Foti, dopo la stabilizzazione dei dipendenti precari da trent’anni. Ieri mattina i 15 ex Lsu hanno firmato i contratti di assunzione a tempo indeterminato a 24 ore, ottenendo così quelle certezze attese da decenni. Le procedure, iniziate nei mesi scorsi e concluse da pochi giorni, sollecitate anche da due mozioni della minoranza e del consigliere indipendente Nino Lo Monaco, hanno portato alla stabilizzazione di 7 categoria A (Aurelio Trimarchi, Anna Maria Carella, Giuseppe Grasso, Maria Grasso, Massimo Intilisano, Francesco Lombardo e Agatina Moschella), 2 B (Domenico Santoro e Onofrio Antonio La Rocca), 5 C (Angela Catena Cingari, Giuseppe Domenico Moschella, Salvatore Marcello Caminiti, Carmelo Catania e Carmela Costantino) e una dipendente D (Concetta Prestipino). Un impiegato categoria C, Giuseppe Moschella, ha chiesto alla Regione di uscire dal bacino dei precari e in attesa di riscontro non ha sottoscritto il contratto.

“Gli ormai ex precari sono una risorsa di cui il Comune non può fare a meno, anche i dipendenti comunali sono solo 7 e nell’arco di un paio d’anni andranno in pensione – commenta il sindaco Foti – una giornata di festa che chiude un triste capitolo, adesso investiremo per far sì che siano sempre aggiornati rispetto ai sistemi della Pubblica Amministrazione. Per noi un buon risultato di fine anno, concludiamo tutti più tranquillamente. Adesso speriamo che si concluda positivamente anche il percorso per i sei precari Asu, ma qui dipende dalla Regione”. Alla firma dei contratti erano presenti anche gli assessori Virginia Carnabuci, Natale Ferlito e Rosario Trischitta, il presidente del Consiglio comunale Domenico Aliberti e il consiglio Nino Lo Monaco. Il parere favorevole della Commissione per la finanza e gli organici del Enti locali del Viminale, necessario perché Sant’Alessio è un Comune con Piano di riequilibrio finanziario, è arrivato il 20 dicembre e ha confermato la compatibilità finanziaria dell’operazione e approvato la dotazione organica dell’Ente. A siglare i contratti per il Comune la responsabile dell’Area Economico-Finanziaria Rosaria Cacciola, assistita dalla segretaria Antonella Li Donni.


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.