Sabato 24 Febbraio 2024
Raggiunta l'intesa sulla concessione dei locali. Via libera all'unanimità dal Consiglio


Sant'Alessio, accordo tra Comune e Asp per "Villa Solaria": nel 2024 il Poliambulatorio

di Andrea Rifatto | 30/11/2023 | ATTUALITÀ

747 Lettori unici | Commenti 1

La casa albergo per anziani è chiusa dal 2019

Accordo raggiunto tra il Comune di Sant’Alessio Siculo e l’Azienda sanitaria provinciale per l’utilizzo di “Villa Solaria”, l’ex casa-albergo per anziani, come sede provvisoria del Poliambulatorio durante il periodo necessario per consentire l’esecuzione dei lavori di ristrutturazione finanziati dal Pnrr per realizzare la Centrale operativa territoriale. L’intesa è stata messa nera su bianco su un contratto di comodato d’uso gratuito in cui è stato stabilito che l’Asp si impegna ad effettuare gli interventi di manutenzione straordinaria finalizzati ad adeguare l’immobile, compreso l’adeguamento degli impianti ai fini dell’agibilità della struttura, per una spesa totale di 128mila euro e dunque senza alcun costo a carico del Comune. Il contratto sarà valido per tre anni ed è stato concesso l’utilizzo di tutto il piano terra (ad eccezione della sala riunioni pluriuso) e dell’intero primo piano, così come chiesto dai vertici dell’azienda, che si farà anche carico degli oneri di manutenzione ordinaria e di tutte le spese di allacci e volture delle utenze (acqua, energia elettrica, gas, telefonia) e del pagamento dei relativi consumi. 

“Un accordo conveniente per mantenere i servizi sanitari in paese e rimettere in funzione l’immobile chiuso ormai da quasi cinque anni - commenta il sindaco Domenico Aliberti - che rimanendo inutilizzato continuerebbe a deteriorarsi. Inoltre per indire un nuovo bando di gara per affidare la gestione della casa albergo per anziani sarebbe necessario effettuare interventi di manutenzione straordinaria che attualmente il Comune non può affrontare”. Lunedì sera il Consiglio comunale ha approvato all’unanimità (assenti il presidente Natale Ferlito e il consigliere Roberto Bartorilla) un’integrazione al piano di alienazione e valorizzazione dei beni immobili, dove era stato previsto un canone annuo di 65mila euro per la locazione dell’intero edificio, inserendo tra le modalità di concessione di “Villa Solaria” anche quella del comodato d’uso per finalità di interesse pubblico. Una volta firmato e registrato il contratto di comodato da entrambe le parti, potranno partire i lavori di adeguamento dell’ex casa-albergo e all’inizio del 2024 il Poliambulatorio dovrebbe trasferirsi nella sede provvisoria per continuare ad erogare i servizi agli utenti.


COMMENTI

Giuseppe cacciola | il 01/12/2023 alle 01:35:13

Una decisione condivisibile ,in un ottica di conservazione del patrimonio comunale e nel mantenimento di un servizio importante per la comunità. Si spera che i lavori quantificati siano effettivamente realizzati, anche perché propedeutici alla agibilità della struttura, visti i tempi ristretti. Comunque è necessario pensare fin da ora ad un piano per l'utilizzo originario della struttura, quando cesserà il comodato gratuito, e proprio ora si può pensare e realizzare una piccola comunità alloggio al secondo piano,così da cominciare a rilanciare un settore di attenzione sociale. Spero che l'amministrazione comunale abbia riservato l'utilizzo del secondo piano a proprio uso esclusivo e che potrebbe essere rinnovato con una spesa modesta, inoltre le attrezzature della cucina e della lavanderia vanno preservate per un loro utilizzo futuro, in una ottica di riutilizzo e di economia di buon padre di famiglia . È doveroso chiedere se vi sono contenziosi con gestioni precedenti e se si sono risolte bonariamente o siano state intraprese azioni legali.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.