Giovedì 20 Giugno 2024
Studenti tornati dopo tre anni nel plesso al Centro, ristrutturato e adeguato sismicamente


Santa Teresa, riaperta la scuola "Felice Muscolino": venerdì inaugurazione con le autorità

di Redazione | 13/09/2023 | ATTUALITÀ

649 Lettori unici

All'interno nuovi arredi e attrezzature

Pareti e arredi multicolore, aule e spazi comuni ristrutturati, ma soprattutto un edificio sicuro. È pronta a riaprire dopo tre anni la scuola “Felice Muscolino” di Santa Teresa di Riva, chiusa dal 2020 per i lavori di  di adeguamento sismico conclusi nei mesi scorsi, finanziati dalla Regione con 2,9 milioni di euro ai quali il Comune ha aggiunto 50mila euro. Lunedì sono tornati in aula gli studenti delle classi terze, quarte e quinte della scuola primaria e i bambini di 4 e 5 anni dell’infanzia, ieri quelli delle prime e seconde classi della primaria e i nuovi iscritti dell’infanzia. L’Amministrazione comunale ha annunciato che venerdì 15 si terrà l’inaugurazione della scuola rimessa a nuovo e alla cerimonia, in programma alle 10, interverranno il presidente dell’Assemblea regionale siciliana, Gaetano Galvagno; il dirigente dell’Ufficio scolastico provinciale, Stello Vadalà; il sindaco Danilo Lo Giudice; la dirigente della Direzione didattica Maria Grazia D’Amico, rappresentanti del Comune, della scuola e i tecnici che hanno seguito l’evolversi dell’intervento. Nei giorni scorsi le ditte incaricate, insieme a docenti e collaboratori, stanno provvedendo alla sistemazione delle aule, degli uffici e dei locali comuni, anche grazie agli arredi acquistati con l’avviso del 2022 che assegnava fondi europei per realizzare ambienti didattici innovativi per la scuola dell’infanzia, al fine di per poter garantire lo sviluppo delle abilità cognitive, emotive e relazionali dei bambini nei diversi campi di esperienza previsti dalle indicazioni nazionali. 

Oltre all’adeguamento sismico, i lavori hanno consentito la completa ristrutturazione dell’immobile sotto il profilo della fruibilità, della sicurezza e anche impiantistico, con il rinforzo dei muri portanti più sollecitati con una doppia incamiciatura in fibra di vetro, la chiusura di numerose finestre sui prospetti con l’inserimento di cerchiature metalliche, il rifacimento del tetto in legno, la ricucitura della lesione sulla facciata, il rifacimento delle facciate, la realizzazione di una nuova scala di emergenza in acciaio, una pensilina di copertura sul percorso di ingresso a scuola, il rifacimento di parte dei servizi igienici, degli impianti elettrici, dei controsoffitti all’ultimo piano e la sistemazione del cortile esterno e del campo di pallavolo/basket.


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.