Venerdì 10 Luglio 2020
La festa autunnale nella popolosa parrocchia di S. Teresa si concluderà il 17 novembre


Il "miracolo del mare" e la Madonna di Portosalvo: 250 anni di culto e fede

08/11/2013 | ATTUALITÀ

6106 Lettori unici

Tradizione vuole che sul finire del mese di novembre dell’anno 1763, un’imbarcazione che solcava le acque del mare Jonio, nei pressi di quello che oggi è denominato “torrente Portosalvo”, nel territorio di S. Teresa di Riva, rimase coinvolta in una pericolosa tempesta e stava per naufragare. Il capitano della nave, rivolgendosi alla Vergine Santa, ottenne la salvezza per sé e per il suo equipaggio e promise di edificare una cappelletta votiva in onore della Madre di Dio per perpetuare il ricordo dell’ottenuto miracolo. L’anno 2013, dunque, segna il 250° anniversario del miracolo del mare, occasione propizia per fare memoria e incrementare il culto alla Vergine, già significativamente forte nel quartiere Portosalvo-Barracca. Le celebrazioni per l’anno giubilare hanno avuto inizio lunedì 22 Luglio 2013 con il festino in onore della Madonna di Portosalvo celebrato in contrada Fadarechi di Casalvecchio Siculo. Nel pomeriggio è stata traslata, nella frazione casalvetina, l’immagine statuaria della Vergine Maria ed è stata celebrata la Santa Messa nella piazzetta che ospita l’edicola votiva della Madonna di Portosalvo. Da lì, con una suggestiva processione notturna, l’effige è stata trasportata nella chiesa madre di Casalvecchio dove si è svolto un breve momento di preghiera prima di accompagnare il simulacro all’ingresso del paese per il ritorno a S. Teresa di Riva. L’iniziativa è stata molto apprezzata dai fedeli, tanto di S. Teresa di Riva quanto di Casalvecchio, e certamente è rimasta nel ricordo di tutti come un evento storico. L’immagine della Madonna di Portosalvo, infatti, non era mai uscita dal territorio parrocchiale ma, tenendo conto della forte devozione degli abitanti di Fadarechi, l’iniziativa è risultata il migliore inizio dei festeggiamenti giubilari. Venerdì 26 Luglio 2013, primo giorno della novena in preparazione alla festa estiva della Madonna di Portosalvo, sul sagrato della chiesa parrocchiale è stato solennemente commemorato il miracolo, ricordando a tutti l’importanza di questo evento per la locale comunità cristiana e per l’intera cittadina di S. Teresa. Il novenario è stato caratterizzato dalla presenza, ogni giorno, di diversi sacerdoti che, insieme alle rispettive comunità, hanno condiviso con i fedeli di Portosalvo la celebrazione eucaristica. Nel corso del novenario inoltre, per sottolineare la felice ricorrenza, sono state organizzate alcune interessanti iniziative che hanno riscosso un vasto consenso da parte dei fedeli, dei pellegrini e dei turisti che, in quel particolare periodo dell'anno, affollano la cittadina Jonica. Domenica 28 Luglio 2013, l’Enalpesca ha voluto dedicare il suo XII trofeo alla Madonna di Portosalvo, donando alla parrocchia quanto è stato pescato dai partecipanti alla manifestazione ittica: circa ottanta chilogrammi di pesce. La parrocchia, tramite il Centro Parrocchiale di Promozione Umana, ha provveduto a distribuire il pesce ad alcune famiglie in difficoltà. Quella stessa sera, nella chiesa di Portosalvo, è stato presentato il volumetto “Pennellate mariane. Antonello da Messina”. Si tratta di un opuscolo che raccoglie riflessioni spirituali mariane sotto forma di commento ad alcuni capolavori del maestro messinese. Il parroco, Don Roberto Romeo, autore del fascicolo e docente di Ecclesiologia e Teologia trinitaria all’Istituto Superiore di Scienze Religiose “S. Maria della Lettera” di Messina, ha voluto così dare anche un taglio culturale ai festeggiamenti offrendo ai fedeli uno strumento di meditazione e di approfondimento della conoscenza della Vergine Maria nella storia della salvezza. Giovedì 1 Agosto, l’Associazione Oecumene di Messina ha eseguito uno splendido concerto-meditazione dal titolo “Tra le righe… sugli spazi. Vera storia di un libro e dell’orchestra che lo svegliò”. Nell’organico dell’orchestra, diretta dal maestro Massimo Diamante, figuravano anche alcuni ragazzi diversamente abili a favore dei quali l’Associazione, da anni, realizza un progetto di musicoterapia. Nel giorno di vigilia (2 Agosto) e in quello della festa estiva della Madonna di Portosalvo (3 Agosto) la Penitenzieria Apostolica ha concesso, in ricordo dell’antico miracolo del mare, una speciale indulgenza plenaria che i fedeli hanno potuto acquistare alle condizioni previste dalla Chiesa. Il Sommo Pontefice, Papa Francesco, ha esteso l’indulgenza anche ai giorni 16 e 17 Novembre 2013, festa liturgica della Madonna di Portosalvo e anniversario del miracolo del mare. Negli stessi giorni le Poste italiane hanno emesso uno speciale annullo filatelico commemorativo del miracolo. La tradizionale processione a mare del 2 Agosto e quella per le vie cittadine del giorno seguente hanno coronato questo primo ciclo di festeggiamenti.
Nel mese di Ottobre 2013, ancora nel contesto del 250° anniversario del miracolo del mare, sono state organizzate due iniziative che hanno riscosso il plauso dei fedeli. Il 21 Ottobre si è tenuto il pellegrinaggio parrocchiale al santuario della Madonna dei poveri di Seminara (RC). Il santuario è stato appositamente scelto per il titolo con il quale in esso viene venerata la Madre di Dio, titolo che porta con sé un profondo messaggio spirituale e richiama a quella essenzialità della Chiesa tante volte ricordata e auspicata da Papa Francesco. Il 31 Ottobre, a conclusione della Peregrinatio Mariae - durante la quale l’immagine della Madonna del Rosario ha visitato le famiglie e i quartieri della parrocchia - nella cappella maggiore del cimitero comunale è stata celebrata una santa Messa in suffragio di tutti coloro che hanno perso la vita in mare. Al termine della celebrazione, due paggetti della Madonna di Portosalvo hanno deposto sulla tomba del milite ignoto ritrovato in mare, ubicata all’ingresso del camposanto, una corona di alloro. Subito dopo, con una solenne processione, la bella statua della Madonna del Rosario è stata traslata nella chiesa delle Suore Serve dei poveri (Cantidati) dove normalmente è custodita. Terminato il mese del Rosario, la parrocchia si accinge a celebrare la festa autunnale in onore della Madonna di Portosalvo.

 

Dall’8 al 17 novembre Festa autunnale in onore di S. Maria di Portosalvo

Venerdì 8 novembre inizierà la novena in preparazione alla festa d’autunno; oltre alle celebrazioni e ai momenti di preghiera e di riflessione previsti, il 250° anniversario sarà ricordato specialmente nel giorno di vigilia e in quella della festività (16 e 17 Novembre). Sabato 16, Sua Eccellenza Monsignor Santo Rocco Gangemi, Arcivescovo titolare di Umbriatico e Nunzio Apostolico in Africa, presiederà la solenne celebrazione vespertina e benedirà la cappella marmorea, recentemente edificata a decoro e custodia del venerato simulacro di Santa Maria di Portosalvo. La cappella ha reso monumentale l’altare della Vergine ed è stata ideata e tenacemente voluta dal parroco, Don Roberto Romeo, in memoria della defunta mamma, Signora Tindara Piccolo, spentasi a S. Teresa lo scorso 21 Agosto. Quella stessa sera, le corali parrocchiali “S. Maria di Portosalvo” di S. Teresa di Riva e “S. Maria della Catena” di Roccalumera, accompagnati da un’orchestra di giovani musicisti, eseguiranno un concerto polifonico di canti mariani tradizionali dal titolo “Dal tuo celeste trono”. La parte centrale del concerto sarà dedicata alla commemorazione di tutti coloro che hanno perso la vita in mare; saranno eseguiti due canti funebri: uno in onore del Cristo morto, l’altro della Vergine Addolorata. Il primo - Ah sì versate lacrime - appartiene alla tradizione siciliana del venerdì santo ed è stato composto, probabilmente, in ambito agrigentino alla metà del 1800. Il secondo brano – Stava Maria dolente – è un testo di Antonio Lotti (1667-1740) in onore della Vergine Addolorata. Il focus del concerto è stato pensato come ulteriore ricordo di coloro che hanno vissuto un rapporto vitale con il mare e che in esso hanno perso la vita. Il giorno della festa, 17 novembre, subito dopo la solenne celebrazione eucaristica delle ore 10.00, presieduta dal parroco, sarà traslato sulla spiaggia l’antico quadro raffigurante la Madonna di Portosalvo, sarà commemorato il miracolo del mare e saranno benedetti il mare e gli uomini di mare. Dopo la messa vespertina presieduta da Don Gennaro Currò, Vicario della Forania S. Basilio Magno, la parrocchia di Portosalvo si consacrerà solennemente alla Vergine Santa.


L’8 dicembre inaugurazione dell’edicola votiva realizzata sul sagrato della chiesa

Ancora, in occasione dell’annuale solennità dell’Immacolata, l’8 Dicembre, sarà inaugurata e benedetta la cappelletta votiva che si sta costruendo sul sagrato della chiesa per custodire l’immagine statuaria della Madonna di Portosalvo che, ogni anno, il primo sabato di Agosto, viene portata in processione a mare. La struttura, semplice nella forma e in armonia con l’insieme della piazza, è stata voluta, in quest’anno giubilare, per ricordare anche la prima cappelletta, quella voluta dal capitano della nave salvata dal naufragio nel 1763. L’opera sarà donata alla parrocchia e alla città dalla Famiglia Triolo, per loro devozione. Con l’inizio del nuovo anno, 2014, riprenderanno le celebrazioni giubilari che si protrarranno fino alla festa estiva (2-3 Agosto 2014) con la quale si concluderà questa straordinaria esperienza di fede, di devozione e di memoria.

 

Il manifesto dei festeggiamenti


Più informazioni: madonna di portosalvo  


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.