Lunedì 17 Giugno 2024
Il caso nella frazione Misserio. Secondo il sindaco c’è dietro la mano dell’uomo


Santa Teresa, luci in strada accese anche di giorno: "C'è qualcuno che sabota l'impianto"

di Andrea Rifatto | 16/09/2022 | ATTUALITÀ

871 Lettori unici

Lampioni accesi di giorno a Misserio

In tutta Italia si studiano le strategie per risparmiare energia e ridurre i consumi, così da evitare bollette salate. A Misserio, invece, le luci si accendono anche di giorno e ciò sarebbe dovuto ad un ignoto sabotatore. Il caso che si verifica nella frazione di Santa Teresa di Riva è emerso durante una discussione politica in Consiglio comunale, quando il capogruppo di minoranza Nino Bartolotta ha segnalato al sindaco Danilo Lo Giudice che l’illuminazione pubblica rimane attiva fino alle 11 del mattino e rientra in funzione alle 16, in orari in cui se ne può fare tranquillamente a meno. “Da quanto mi è stato spiegato dal consigliere della frazione Santino Veri e dai cittadini - ha detto Bartolotta - il sensore crepuscolare che regola l’accensione e lo spegnimento dei lampioni, in base alla luce naturale, è stato posizionato in un punto sbagliato in una vallata sotto gli alberi, dove la luce che raggiunge il dispositivo penetra solo in tarda mattinata, intorno a mezzogiorno. Dunque solo allora le lampade si spengono per poi riaccendersi nel primo pomeriggio. In una situazione di crisi energetica come questa è una cosa normale? L’Amministrazione ne è a conoscenza”.

Secondo Lo Giudice c’è dietro la mano dell’uomo: “C’è qualcuno che si passa il tempo con il sensore, perchè altrimenti non si spiega come mai le luci una settimana sono aperte e una settimana sono chiuse - ha replicato il primo cittadino - non possiamo stare sempre a controllare il sensore, dovremo spostarlo ma la ditta in questo momento sta svolgendo gli interventi di efficientamento, quando terminerà lo collocherà sicuramente in un nuovo posto. Chi si passa il tempo lo fa non da ora ma da parecchio tempo e ultimamente questa cosa si è accentuata. Non so chi è, ma agiremo con la Polizia locale per scoprirlo”.


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.