Mercoledì 28 Settembre 2022
Al via i lavori di manutenzione appaltati dal Cas dopo la limitazione al transito


Santa Teresa, il cavalcavia dell’A18 rimane chiuso per un mese: sarà più sicuro e moderno

di Andrea Rifatto | 22/09/2022 | ATTUALITÀ

750 Lettori unici

Il cavalcavia nel quartiere Barracca

Rimarrà chiuso per almeno un mese il cavalcavia numero 3 dell’autostrada Messina-Catania, situato al km 26,145 all’altezza del centro abitato di Santa Teresa di Riva. Lo ha disposto il Comune con un’ordinanza che stabilisce l’interdizione totale al transito da venerdì 23 fino al 22 ottobre, come richiesto dalla Direzione Tecnica e di Esercizio del Consorzio per le autostrade siciliane. La struttura situata all’estremità sud della cittadina jonica, lunga 52,90 metri e larga 6 metri, collega le zone est ed ovest del quartiere Barracca tramite la via Spagnolo, raggiungibile da valle dal quartiere Bolina di Santa Teresa e da monte dalla Strada provinciale 18 di Scorsonello (al confine con il territorio di Savoca), e sarà interessata da lavori di manutenzione affidati dal Cas alla ditta “Iaquinta Geometra Saverio” di San Giovanni in Fiore (Cosenza). L’impresa interverrà nell’ambito di un appalto complessivo da 1,8 milioni di euro che riguarda dieci cavalcavia dell’A18, secondo il progetto redatto dall’ingegnere Pierluca Lombardo della “Technoside Srl” di Gravina di Catania che prevede opere di riparazione e risanamento strutturale delle pile, alla luce dell’evidente stato di ossidazione delle armature e dell’elevata corrosione del tratto terminale dei cavi di precompressione delle travi; rifacimento della sovrastruttura stradale preesistente per eliminare le infiltrazioni d’acqua (tra le cause di ammaloramento) con la posa di nuovo asfalto e realizzazione di marciapiedi in cemento; installazione di nuove recinzioni metalliche antisasso alte 1,975 metri con rimozione di quelle esistenti.

 

Il cavalcavia mostra segnali preoccupanti già da tempo e il 30 dicembre dello scorso anno il Cas ha chiesto al Comune di vietare il transito sopra il viadotto ai veicoli con massa superiore alle 3,5 tonnellate, in attesa di approfondite indagini effettuate nei mesi successivi. Il 27 gennaio è stata emanata l’ordinanza di limitazione al transito e nelle settimane successive installata la segnaletica. Parallelamente il Cas ha affidato gli incarichi che hanno portato alla redazione del progetto di manutenzione, per consentire la rimozione dell'attuale stato di potenziale pericolo dovuto alla possibilità di distacco di porzioni di copriferro e, contestualmente, consentire di arrestare l'avanzamento dello stato di degrado delle strutture e permettere la rimozione delle infiltrazioni delle acque meteoriche attraverso l'impermeabilizzazione della soletta dell'impalcato e la protezione dei giunti tecnici. La chiusura al transito del cavalcavia non provocherà particolari disagi alla circolazione di Santa Teresa di Riva, trattandosi di una stradina secondaria, piuttosto stretta, percorsa raramente dai veicoli.


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.