Sabato 21 Maggio 2022
L’intervento, costato complessivamente 141mila euro, è stato finanziato da Regione e Comune


S. Teresa di Riva. La media “Petri” è più green con il fotovoltaico

di Andrea Rifatto | 04/09/2015 | ATTUALITÀ

2466 Lettori unici | Commenti 3

La tettoia fotovoltaica all'ingresso della media "Petri"

Svolta green per la scuola media “Lionello Petri” di S. Teresa di Riva. L’edificio scolastico è infatti dotato da pochi giorni di un impianto fotovoltaico per lo sviluppo di energia elettrica, che autoprodurrà parte della corrente necessaria ad alimentare l’edificio scolastico di via Fratelli Lo Schiavo. I lavori, eseguiti da una ditta di San Giuseppe Jato (Pa), sono stati ultimati e collaudati dall’Ufficio tecnico comunale, che ha provveduto anche ad approvare il quadro economico finale dell’intervento. L’impianto ha una potenza di 20 kW ed è stato realizzato tramite la costruzione di una tettoia fotovoltaica in corrispondenza dell’ingresso principale della scuola, che di fatto consentirà così di accedere al plesso tramite una passerella coperta, e la posa di pannelli zavorrati a pavimento sulla terrazza dei corpi B e C. In fase esecutiva, è stato modificato l’elaborato definito, che oltre alla tettoia prevedeva un impianto fotovoltaico installato a frangisole sul lato sud ovest del corpo A, giudicato però non staticamente agibile. Inoltre sono stati installati pannelli di potenza superiore a quanto previsto inizialmente, così da aumentarne l’efficienza. La tettoia garantirà la produzione di energia elettrica per un totale di 11 kw, mentre dalla copertura arriveranno 9 kw. Complessivamente sono stati posati 80 pannelli fotovoltaici in silicio da 250 W, con orientamento sud/sud-ovest, su una superficie di 360 metri quadri.

L’iter si è dunque chiuso in tempo secondo quanto stabilito dalla Regione: i lavori, infatti, dovevano essere collaudati entro il 31 agosto 2015, pena la revoca del finanziamento da 170mila euro concesso il 31 ottobre dello scorso anno al Comune di S. Teresa di Riva dall’assessorato regionale dell’Energia e dei Servizi di Pubblica utilità, dopo la presentazione, avvenuta nel 2010, di un progetto per la realizzazione di un intervento per la produzione di energia elettrica da fonti rinnovabili nella scuola media santateresina. Alle risorse concesse dalla Regione, provenienti dai fondi del Po-Fesr 2007/2013 Asse 2 - Obiettivo operativo 2.1, ex Linea di intervento 2.1.1.2 “Uso efficiente delle risorse naturali”, si è aggiunto un cofinanziamento da parte dell’amministrazione comunale pari a 52mila euro. Sull’importo dei lavori a base d’asta, pari a 156mila 968 euro, l’impresa palermitana ha offerto un ribasso del 37,5113%, che ha ridotto la quota per le opere a 103mila 999 euro, a cui vanno aggiunti 36mila 803 euro di Iva e spese tecniche, per un totale di 140mila 803 euro. Sul totale stanziato per l’intervento, pari a 222mila euro, è stata dunque ottenuta un’economia di spesa di 81mila euro. Con questo intervento il Comune ha voluto così contribuire alla promozione della produzione di energia elettrica da fonti rinnovabili, alla tutela delle risorse ambientali ed alla riduzione delle emissioni inquinanti. Con la media Petri salgono a tre gli edifici pubblici cittadini alimentati da fonti di energia rinnovabile, dopo l'impianto fotovoltaico installato a servizio del palazzo municipale e l'impianto geotermico al Palazzo della Cultura. 

 

Più informazioni: fotovoltaico media petri  


COMMENTI

Luca Moschella | il 04/09/2015 alle 23:31:15

Che obrobrio!!! Senso del gusto sotto le scarpe.

MAICOLO | il 05/09/2015 alle 10:08:07

SE NON FOSSE X L'UTILITA' DELL'OPERA, DIREI CHE ORRORE.. ANZI LO DICO UGUALMENTE. CHE ORRORE CON QUEL TETTO GIGANTE CHE L'ISTITUTO SI RITROVA

Pippo Sturiale | il 05/09/2015 alle 18:52:06

Certamente poteva essere più ... verde! Quel grigio scuro non rallegra, anche pensando a quanto è costato. E poi, visto che un modulo da 250W è esteso meno di 2 metri quadri .... 80x2=160 ... non 360 ...

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.