Martedì 04 Agosto 2020
Finanziato dalla Regione il Piano di caratterizzazione dell'area, dove è previsto un parco pubblico


S. Teresa di Riva. Ex discarica Abramo, arrivano 100mila euro

di Andrea Rifatto | 06/11/2014 | ATTUALITÀ

1961 Lettori unici

Verranno effettuate analisi chimiche e geognostiche

Primo passo importante per la messa in sicurezza e la rinaturalizzazione del sito della vecchia discarica di contrada Abramo a S. Teresa di Riva. É stato infatti firmato oggi dal dirigente generale del Dipartimento regionale dell’Acqua e dei Rifiuti, ing. Domenico Armenio, il decreto di finanziamento che assegna al Comune di S. Teresa di Riva l’importo di 102.137,33 euro, a valere sulle risorse del Po-Fesr 2007-2013, linea di intervento 2.4.4.1 “Azioni per la realizzazione delle misure di prevenzione, di riparazione, di messa in sicurezza d’emergenza, di messa in sicurezza permanente, di ripristino e di ripristino ambientale dei siti inquinati, comprese le attività di indagine preliminare, di caratterizzazione, di analisi del rischio”. 
L’ex discarica di rifiuti solidi urbani di vallone Abramo, sita lungo la strada provinciale 23 che conduce alle frazioni a monte di S. Teresa di Riva, è inserita nel Piano regionale delle bonifiche, approvato nel 2002, che individuava, secondo un ordine di priorità e in base ai fattori di rischio, interventi urgenti da effettuare nel territorio siciliano. Il Comune di S. Teresa di Riva aveva trasmesso alla Regione il Piano di caratterizzazione del sito, redatto dal geologo Antonino Savoca, il 6 settembre 2013. Il 29 ottobre dello stesso anno era stato esaminato nella conferenza dei servizi convocata dal Dipartimento dell’Acqua e dei Rifiuti, nella quale era emersa la necessità di apportare alcune modifiche. Il 4 dicembre il Comune aveva così nuovamente inviato il documento all’assessorato regionale dell’Energia e dei Servizi di Pubblica utilità. Il Piano, che aveva ricevuto il via libera dal Dipartimento di Prevenzione dell’Asp di Taormina, era giunto così sul tavolo della conferenza indetta lo scorso gennaio, nella quale era stato emesso parere favorevole tenendo conto delle prescrizioni della Regione e dell’Arpa. Via libera era arrivato a maggio anche dall’Agenzia del Demanio-Dipartimento regionale dell’Ambiente, in seguito al quale l’Amministrazione comunale guidata dal sindaco Cateno De Luca aveva inoltrato richiesta ufficiale di finanziamento degli interventi previsti nel “Piano di caratterizzazione della discarica sita in contrada Abramo”.
Nel corso delle varie fasi il quadro economico iniziale è stato rimodulato con l’integrazione delle somme necessarie alla progettazione, per l’importo complessivo di 102.137,33 euro, di cui 56.278,59 per le indagini e le analisi (geognostiche e chimiche) e 45.859,24 per somme a disposizione (progettazione, Iva e altre competenze). Verranno effettuate analisi chimiche anche sul sedimento dell’alveo del fiume per una distanza fino a 300 metri a valle del sito, così da analizzare i flussi idrogelogici dell’area in esame.
Un tassello fondamentale nell’iter, iniziato nel 2009 dall'allora giunta Morabito, che ha come obiettivo quello di eliminare una pericolosa bomba ecologica esistente nel territorio cittadino, dove è prevista la realizzazione di un'area di verde pubblico attrezzato con un intervento che si aggira intorno ai due milioni di euro.

Più informazioni: discarica contrada abramo  

Articoli correlati

 

 

 

 

 

 

 

 


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.