Lunedì 17 Giugno 2024
Interventi di manutenzione affidati a diverse ditte per eliminare pericoli e disagi


Santa Teresa, degrado sul lungomare, fogne e arredi: si corre ai ripari con 150mila euro

di Andrea Rifatto | 06/08/2023 | ATTUALITÀ

985 Lettori unici

Aiuole sul lungomare lasciate nell'incuria

Quasi 150mila euro per la sistemazione del lungomare e la risoluzione delle emergenze più gravi alla rete fognaria. Ad estate inoltrata l’Amministrazione comunale di Santa Teresa di Riva si è attivata per disporre alcuni interventi di manutenzione e abbellimento soprattutto per la litoranea, dove da parecchio tempo regna un senso di trascuratezza generale. La giunta guidata dal sindaco Danilo Lo Giudice ha approvato un atto di indirizzo chiedendo all’Ufficio tecnico di procedere ad un intervento di manutenzione straordinaria teso a migliorare il decoro urbano e la fruizione delle aree verdi lato monte, molte delle quali rimaste nell’incuria senza vegetazione e invase dalla sabbia delle mareggiate, divenute ricettacolo di rifiuti o utilizzate per parcheggiare auto o lasciare imbarcazioni. Secondo quanto annunciato da Lo Giudice, sono stati stanziati circa 70mila euro e una volta espletate le procedure si provvederà alla sistemazione definitiva. Nel frattempo sono stati affidati altri interventi minori su tutto il territorio: la ditta “Oro Verde Srls” di Casalvecchio Siculo si sta occupando della manutenzione del verde nelle piazze del lungomare, sostituendo le piante ormai morte e rimuovendo erbacce e arbusti appassiti, mentre la società “Fra.E.Ma Srl” di Barcellona Pozzo di Gotto è stata incaricata di sostituire la pavimentazione antitrauma nell’area giochi di piazza Marina Militare Italiana, rimuovere i giochi deteriorati e installarne di nuovi nell’area davanti Villa Crisafulli-Ragno e sostituire le panchine deteriorate poste nelle piazze cittadine, per un costo totale di 21mila 500 euro di cui 12mila 500 euro di fondi statali. 

Interventi in corso anche per rendere più sicuri i marciapiedi ed eliminare tratti di pavimentazione divelta e “tombini trappola”: ad occuparsene è l’impresa “C. & G. Costruzioni Srl” di Savoca per una spesa di 23mila 599 euro. Un’altra ditta specializzata, la “Casale Giannantonio” di Roccalumera, dovrà invece provvedere all’esecuzione di interventi di pulizia, spurgo ed osturazione delle reti fognarie, per evitare l’insorgere di problemi igienico-sanitarie: la spesa complessiva in questo caso ammonta a 22mila 934 euro. “Facciamo del nostro meglio per cercare di sistemare tutto - commenta il sindaco - fortunatamente non ci manca il da fare, per cui avanti tutta che piano piano arriviamo ovunque”.


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.