Lunedì 15 Aprile 2024
Prevista una nuova struttura finanziata dal Pnrr. Avviso dell'Asp per trovare i locali


Sanità, a Sant'Alessio una Centrale operativa territoriale. Il Poliambulatorio cerca casa

di Andrea Rifatto | 14/07/2023 | ATTUALITÀ

1187 Lettori unici

L'edificio verrà ristrutturato e ammodernato

Sorgerà una Centrale operativa territoriale, una delle nuove strutture sanitarie previste dal Pnrr, all’interno del Poliambulatorio di Sant’Alessio Siculo. E per almeno due anni servirà un’altra sede dove trasferire attività e servizi, in modo da consentire la realizzazione dei lavori. L’Asp di Messina ha infatti pubblicato un avviso esplorativo di manifestazione di interesse per la ricerca di un immobile situato in paese, che dovrà essere in zona centrale o facilmente raggiungibile, con parcheggio per l’utenza o situato possibilmente vicino ad aree di sosta e in ogni caso su siti facilmente accessibili in quanto serviti da trasporto pubblico. La superficie richiesta è di circa 350-400 metri quadrati, con 10 locali per attività cliniche, 3 per uffici amministrativi, 4 servizi igienici (di cui almeno uno attrezzato per diversamente abili), locale archivio, deposito rifiuti sanitari pericolosi, farmacia, magazzino e due spogliatoi. La locazione avrà la durata di due anni con possibilità di rinnovo per un ulteriore anno e il canone di locazione dovrà essere inferiore ai parametri presenti nella banca dati dell’Agenzia del Territorio e relativi alle caratteristiche dello specifico immobile da locare. La manifestazione di interesse deve essere inviata alla mail protocollogenerale@pec.asp.messina.it entro il 20 luglio. 

A Sant’Alessio Siculo, dove era prevista una Casa della comunità, nascerà invece una Centrale operativa territoriale, inizialmente in programma a Taormina, struttura unica nel Distretto che svolgerà una funzione di coordinamento della presa in carico della persona e raccordo tra servizi e professionisti al fine di assicurare continuità, accessibilità ed integrazione dell’assistenza sanitaria e sociosanitaria. L’intervento è stato finanziato dall’Assessorato regionale della Salute con 152mila 470 euro e secondo il progetto redatto dall’ingegnere Enrico Mazzeo è prevista una spesa di 98mila 479 euro per lavori e 53mila 990 euro per somme a disposizione. Le opere sono già state appaltate all’impresa “Lsv Costruzioni Srl” di Maletto, che ha proposto un ribasso dell’11,223% per un importo contrattuale di 87mila 550 euro, e partiranno nei prossimi mesi. Responsabile del procedimento è l’ingegnere Giovanna Pellegrino.


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.