Lunedì 25 Gennaio 2021
Il violinista di S. Teresa, ammesso all'Opera Academy, ha diretto la "Cherubini"


Samuele Galeano tra i giovani talenti direttori d'orchestra alla corte di Riccardo Muti

di Redazione | 02/08/2020 | ATTUALITÀ

1647 Lettori unici | Commenti 1

Samuele Galaano a Ravenna con Riccardo Muti

Un percorso di studio, sacrificio e ricerca, in cui giovani musicisti vengono selezionati per un periodo di formazione e approfondimento sull’Opera italiana, perchè, secondo la concezione del maestro Riccardo Muti, grandi capolavori meritano grandi talenti. E tra questi vi è il poliedrico violinista Samuele Galeano di Santa Teresa di Riva, che nelle ultime settimane ha partecipato all’edizione 2020 del progetto “Riccardo Muti Italian Opera Academy”, lanciato con successo nel 2015. Galeano, dopo aver presentato domanda per aderire al bando internazionale rivolto a direttori d’orchestra e maestri collaboratori al pianoforte, dopo svariate selezioni è stato ammesso insieme ad altri tre giovani direttori alla “Riccardo Muti Italian Opera Academy” e ha avuto l’onore di partecipare attivamente all’esperienza formativa “full immersion” che prevedeva la presentazione dell’opera al pianoforte a cura di Muti; le prove dell’opera con letture, prove d’orchestra, sale cantanti, analisi della partitura; il concerto diretto da Muti; il concerto dei giovani direttori d’orchestra presentati da Muti e il rilascio di un attestato di frequenza a firma del noto maestro. L’edizione di quest’anno del progetto si è tenuta al teatro “Dante Alighieri” di Ravenna con la partecipazione dell’Orchestra Giovanile “Luigi Cherubini”: per Samuele Galeano è stata una sorta di ritorno a casa, visto che dal 2009 al 2015, su invito del maestro Muti, ha ricoperto il ruolo di primo violino di spalla proprio della “Cherubini”, una delle compagini orchestrali più importanti del panorama musicale nazionale ed internazionale, calcando i palcoscenici più prestigiosi in Europa e nel mondo. Dopo due intense settimane di studio sotto la guida del maestro Muti sulle opere “Pagliacci” di Leoncavallo e “Cavalleria Rusticana” di Mascagni, venerdì a Ravenna si è tenuto il concerto di gala dei giovani direttori d’orchestra, in cui il maestro Riccardo Muti ha presentato al pubblico Samuele Galeano e gli altri tre direttori ammessi alla selezione finale, Giovanni Conti, Charlotte Politi e Tais Renzetti: per il violinista santateresino un entusiasmante periodo di formazione che arricchisce il suo già vasto curriculum professionale.


COMMENTI

fahrenheit | il 02/08/2020 alle 23:51:27

Un grande in bocca al lupo per il nostro giovane grande musicista

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.