Giovedì 25 Febbraio 2021
L'idea dell'artista per omaggiare gli eroi in prima linea nella lotta alla pandemia


"Sacrificium”, la nuova opera del maestro Nino Ucchino dedicata ai medici

di Andrea Rifatto | 10/05/2020 | ATTUALITÀ

2203 Lettori unici

Un bozzetto dell'opera e il maestro Ucchino

Un’opera d’arte dedicata ai medici che da mesi si spendono in prima linea nella lotta alla pandemia, impegnati sin dal primo giorno dell’emergenza. È a loro che ha rivolto il loro pensiero l’artista Nino Ucchino di Santa Teresa di Riva, che in questo momento difficile per tutta la Nazione ha disegnato una nuova opera denominandola “Sacrificium”, dedicata a tutti i camici bianchi. Il bozzetto della scultura rappresenta al centro una forma di mascherina lacera e trafitta da due mani mostruose poste più in basso, che simboleggiano il virus che invade e devasta. La mascherina rappresenta anche il dolore della Maddalena, accennata lievemente con le braccia protese, raffigurata dalle cordicelle rotte. Nonostante lo stato del presidio di protezione, essa continua a proteggere la vita altrui aggrappandosi ad un’ala che invece di soccombere è pronta a volar via, ormai verso la guarigione. L’opera, prevista interamente in acciaio inox, avrà un’altezza di circa tre metri per due, oltre al basamento su cui una volta realizzata potrà essere installata. “Un monumento nazionale che al momento non ha un luogo di destinazione definito - spiega il maestro Ucchino, che opera nel suo atelier-museo di Savoca - potrebbe essere un monumento destinato alla capitale e ho già avuto contatti con ambienti culturali romani. Il noto critico d'arte Claudio Strinati, che ha avuto modo di osservare il bozzetto, lo ha definito idea efficace e potente”. “Sacrificium” quale omaggio, dunque, a tutto il personale sanitario che continua ogni giorno, con enormi sacrifici, ad assistere la popolazione italiana: dei veri e propri eroi, dei santi della porta accanto, come li ha definiti Papa Francesco, simbolo dell’Italia migliore che va omaggiato anche con monumenti. E l’iniziativa di Nino Ucchino va proprio in questa direzione, per dire loro grazie di esserci.


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.