Domenica 11 Aprile 2021
Necessari ulteriori interventi per una migliore fruizione. Riaperto il cantiere


S. Teresa, variante per i lavori alla palestra comunale: slitta l'ultimazione delle opere

di Andrea Rifatto | 08/04/2021 | ATTUALITÀ

459 Lettori unici

La ditta aveva sospeso per circa un mese

Fermo da alcune settimane, il cantiere per la ristrutturazione della palestra comunale di Santa Teresa di Riva è ripartito ieri con nuovi lavori in programma che comporteranno un allungamento dei tempi per la consegna. Il dirigente dell'Ufficio tecnico comunale, il geometra Francesco Pagano, ha infatti approvato una perizia di variante in corso d’opera per l'adeguamento e la messa a norma della struttura sportiva di Bucalo, visto che durante l’esecuzione dei lavori, avviati a metà novembre, è emersa la necessità di apportare alcune modifiche rispetto agli interventi previsti nel progetto principale, che comunque non alterano la sostanza delle scelte adottate e gli obiettivi prefissati. Pagano ha quindi  autorizzato la perizia redatta dal direttore dei lavori, l’architetto Nino Santoro, che prevede altri 40mila 255 euro di opere (pari al 10,56%) rispetto all'importo di iniziale di 381mila 345 euro, per un totale di 421mila 391 euro: interventi aggiuntivi che non comportano comunque un aumento di spesa rispetto al costo totale, pari 591mila 230 euro, di cui 99mila 224 per somme a disposizione della stazione appaltante e 70mila 614 per economie. L'impresa “Antium Costruzioni Srl” di Milazzo procederà adesso con l’esecuzione dei lavori aggiuntivi, inseriti grazie ad alcune economie derivanti da minori lavorazioni necessarie per creare la via di fuga verso lo stadio, visto che alcuni interventi erano già stati eseguiti durante la ristrutturazione del campo da calcio. Ciò ha permesso di recuperare delle somme utilizzate per migliorie interne, come lo smontaggio e la messa in sicurezza del controsoffitto, il rivestimento delle pareti interne con lastre di cartongesso, modifiche all'impianto elettrico e a quello di smaltimento delle acque bianche e nere, la sostituzione o sistemazione delle grondaie della copertura, la realizzazione dell'allaccio per il gas metano e altre variazioni e addizioni per rendere la struttura più funzionale. L'ultimazione dei lavori era prevista inizialmente per il 10 maggio ma la variante ha fatto slittare il termine di circa un mese, ossia tra la metà e la fine giugno. L’intervento complessivo è stato reso possibile grazie ad un finanziamento di 413mila 861 euro assegnato dal Governo con il bando Periferie urbane, a cui si sono aggiunti 159mila 386 euro del Comune tramite mutuo con Cassa Depositi e Prestiti, mente altri 17mila 982 euro di fondi comunali erano stati già spesi per la progettazione esecutiva, affidata all’architetto Gaetano Milone. Gli interventi più importanti del progetto di adeguamento riguardano la parte impiantistica, l’adeguamento di vie di fuga e percorsi di accesso/evacuazione, la demolizione della tribuna esistente e la realizzazione di una nuova prefabbricata autoportante, la realizzazione di un tappetino in gomma per utilizzo polivalente e le ristrutturazione dei bagni e dei locali interni. La struttura sarà omologabile per il volley fino ai campionati di Serie B e utilizzabile per gli allenamenti di basket, calcio e altri sport.


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.