Mercoledì 25 Maggio 2022
Il progetto esistente sarà revisionato ed integrato in seguito a nuovi rilievi


S. Teresa. Salvaguardia della costa, tutto da rifare

di Andrea Rifatto | 02/10/2013 | ATTUALITÀ

2940 Lettori unici

Emergono nuove indicazioni in merito alla salvaguardia del litorale costiero santateresino dall’azione del mare: ieri pomeriggio infatti si è tenuto un incontro in municipio per discutere della questione, tornata attuale anche dopo la mozione, approvata all’unanimità, presentata in consiglio comunale dal gruppo di minoranza per avere delucidazioni su come l’Amministrazione comunale si stia muovendo per affrontare il problema. Il sindaco Cateno De Luca aveva annunciato in quella occasione che a breve ci sarebbe stato un incontro con i tecnici e gli organi competenti, e così è stato: alla riunione di ieri erano presenti, oltre al primo cittadino, il vicesindaco Antonino Famulari, l’ing. Pietro Viviano, dirigente dell’Ufficio Opere Marittime per la Sicilia del Provveditorato Interregionale Opere Pubbliche Sicilia-Calabria, il geom. Francesco Cisto, dirigente dell’Ufficio Tecnico Comunale, il geom. Francesco Pagano, tecnico comunale, e i consulenti scelti dall’Amministrazione, il geologo Salvo Puccio e l’ing. Antonio Ferraro. A seguito dalla convenzione stipulata il 28 agosto 2009 tra il Comune e il Provveditorato Opere Pubbliche Sicilia-Calabria, Ufficio 4° Opere Marittime per la Sicilia, è stato visionato il progetto per la riqualificazione della fascia costiera, che prevede interventi di difesa, ripristino ed ampliamento dell’arenile in erosione commissionato alcuni anni fa dall’ente: la conclusione più evidente è stata che gli elaborati progettuali non rispecchiano lo stato di fatto dei luoghi, venutosi a modificare nel corso degli ultimi anni. In particolare la batimetria rappresentata in progetto, ovvero lo studio delle profondità e della rappresentazione grafica e morfologica dei fondali marini, risulterebbe differente rispetto a quanto è possibile riscontrare oggi, probabilmente a causa dell’azione erosiva verificatasi dopo i rilievi effettuati negli anni scorsi. E’ stato deciso dunque di procedere ad una revisione del progetto e ad ulteriori approfondimenti, così di rilevare l’esatto stato dei luoghi e predisporre le soluzioni progettuali più idonee. Come già avvenuto durante la seduta del consiglio comunale, il sindaco De Luca ha manifestato perplessità sull’importo del progetto redatto negli anni scorsi, circa 30 milioni di euro, somma che non trova riscontro nei bandi di finanziamento, neppure procedendo per stralci spalmati su più annualità. Sarà dunque necessario percorrere altre strade così da programmare interventi meno costosi ma parimente efficaci per arrivare ad una progettazione definitiva utile per poter partecipare ai bandi, cosa che in passato aveva incontrato difficoltà perché i progetti non erano stati approvati in linea tecnica.

Un momento dell'incontro

Più informazioni: spiaggia  lungomare  erosione  


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.