Mercoledì 17 Luglio 2024
Approvate le convenzioni per erogare i finanziamenti. Entro l'anno i primi affidamenti


S. Teresa, tre opere contro il dissesto: via libera dalla Regione a 6,5 milioni di appalti

di Andrea Rifatto | 16/04/2020 | ATTUALITÀ

1185 Lettori unici

Il torrente Agrò durante la piena dei giorni scorsi

Tre opere pubbliche per un totale di quasi 6,5 milioni di euro destinate a mettere in sicurezza dal punto di vista idrogeologico diverse zone del territorio. Sono quelle che partiranno nei prossimi mesi grazie ai finanziamenti regionali ottenuti lo scorso anno dal Comune con i fondi Po Fesr Sicilia 2014-2020, destinati a interventi di messa in sicurezza dei territori più esposti a rischio idrogeologico e di erosione costiera. Il dirigente generale del Dipartimento regionale Ambiente, Giuseppe Battaglia, ha approvato le tre convenzioni che regolano i rapporti tra Comune e Regione, firmate dai due enti il 23 marzo e il 7 aprile, adesso siglate ufficialmente dal funzionario preposto. Prende così il via l’iter verso l’appalto integrato degli interventi, ossia progettazione esecutiva e realizzazione, che ammontano in totale a 6 milioni 409mila 087 euro.

L’opera più importante dal punto di vista economico è la sistemazione idrogeologica del torrente Agrò a difesa del centro abitato, finanziata con 3 milioni 417mila euro di cui 1 milione 236mila 875 per lavori, 245mila 497 per progettazioni e 1 milione 034mila 624 per altri costi: la convenzione prevede che l’affidamento delle opere avvenga a fine 2020 e che il cantiere si concluda a fine 2021. Il secondo intervento è il consolidamento a protezione dell’abitato della frazione Misserio, per un importo di 1 milione 646mila 487 euro di cui 997mila 645 per lavori, 236mila 616 per progettazioni e 325mila 737 per altri oneri: progetto e gara appalto saranno pronti entro dicembre, con inizio lavori a gennaio 2021 per una durata di un anno; la terza opera contro il dissesto è quella di realizzazione del canale di gronda per le acque piovane in località Candidati, dal costo di 1 milione 345mila 600 euro di cui 840mila  per lavori, 188mila per spese di progettazione e 317mila 600 per altri costi: in questo caso l’inizio lavori è previsto a metà 2021 per una durata 14 mesi, dunque con termine a fine 2022. Il Comune di Santa Teresa dovrà avviare adesso le procedure di gara per l’affidamento a imprese o società esterne per progettazione esecutiva, coordinamento sicurezza in fase di progettazione ed esecuzione, direzione lavori, relazione geologica e indagini geologiche, esecuzione e collaudo finale. La convenzione con l’Assessorato regionale Ambiente, a cui l’Amministrazione dovrà inviare i progetti esecutivi approvati in linea tecnica e amministrativa, muniti di tutti i pareri, nulla osta e autorizzazioni, disciplina soprattutto le modalità di erogazione dei finanziamenti, che avverrà in diverse tranche a partire dal momento della firma dei contratti d’appalto. I prossimi mesi saranno dunque decisivi per poter arrivare all’apertura dei cantieri.


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.