Domenica 05 Aprile 2020
Martedì 25 seminario sulla celiachia organizzato dall'Istituto Comprensivo e dall'Aic


S. Teresa. "In fuga dal glutine... e non solo!"

20/02/2014 | ATTUALITÀ

1917 Lettori unici | Commenti 1

L'Istituto Comprensivo di Santa Teresa di Riva, in collaborazione con l'Aic (Associazione italiana celiachia) ha organizzato per il 25 febbraio prossimo alle ore 17.30 presso il Palazzo della Cultura - Villa Crisafulli-Ragno di Santa Teresa di Riva, un seminario rivolto al personale docente, ai genitori e alla comunità tutta sulla celiachia, tematica che oggi interessa sempre più un maggiore numero di persone. Nello specifico caso si ha l'obiettivo di sensibilizzare gli operatori al fine di promuovere un'integrazione ottimale dei minori celiaci. Il convegno focalizzerà l'attenzione sui minori e sui giovani affetti da tale patologia, che affacciandosi in un nuovo contesto sociale, diverso da quello spesso protettivo della famiglia, come la scuola, il lavoro e la società, sperimentano l'impatto che la loro intolleranza alimentare ha su compagni, colleghi ed amici, modificando la stessa percezione che finora hanno avuto di sè e della propria condizione di celiaci. Al seminario seguirà la presentazione e la consegna alle scuole appartenenti all'Istituto Comprensivo di Santa Teresa di Riva del materiale didattico Aic, della dispensa per i docenti, del gioco dell'oca "In fuga dal glutine...e non solo!" ed altro materiale informativo a tutto il personale interessato. Introdurrà l'incontro il dirigente Scolastico Enza Interdonato e relazioneranno sull'argomento il presidente regionale dell'Aic dott. Fabio Leone, la referente provinciale dott.ssa Valeria Giorgianni e la  specialista dott.ssa Annalisa Cotugno.

La celiachia è un'intolleranza permanente al glutine, una sostanza proteica presente in grano, segale, orzo, avena, farro, triticale, spelta, kamut. E' una malattia genetica, che accompagna sin dalla nascita anche se le manifestazioni possono insorgere in qualsiasi epoca della vita. L'unica terapia possibile è la dieta rigorosa senza glutine, sufficiente a ripristinare lo stato di salute del paziente a patto che la diagnosi non venga eseguita tardivamente: in tal caso infatti sono possibili numerose e gravi complicanze.
L'Associazione italiana celiachia, nata nel 1979, è una federazione nazionale di 19 associazioni regionali presenti su tutto il territorio, che contano, nella totalità, oltre 55.000 iscritti.

Più informazioni: istituto comprensivo santa teresa  celiachia  gluten free  associazione italiana celiachia  


COMMENTI

Pippo Sturiale | il 21/02/2014 alle 08:47:00

Credo sia importante, anche preventivamente, diagnosticare la presenza della predisposizione genetica. In ogni caso, se si hanno anche piccoli dubbi, meglio fare le analisi del sangue per sospetta celiachia (antiendomisio, antigliadina igA, antigliadina IgG e antitransglutaminasi). Oggi infatti c'è un numero sempre crescente di persone che eliminano, senza motivo, il glutine ... la pasta, il pane, l'olio, la carne, ... Un conto è mangiare genuino un altro conto è riempirsi di integratori (è diventato un grosso affare) e non mangiare. Ritorniamo alla natura, rispettiamo il nostro corpo ... e ricordiamo che quasi tutti siamo il risultato di un'evoluzione che ci ha fatto metabolizzare quanto la natura ci offre: ecco perché dovremmo continuare a mangiare i "nostri cibi", ecco perché dobbiamo stare lontani dagli organismi geneticamente modificati ... ecco perché dobbiamo batterci perché il nostro pianeta non sia stravolto ... ecco perché ... dobbiamo eliminare i rifiuti!

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.