Sabato 15 Maggio 2021
Il Comune dovrà individuare un ente del terzo settore per i prossimi cinque anni


S. Teresa, scaduta la gestione "Penelope" dell'Help Center: avviato l'iter per la gara

di Andrea Rifatto | 09/04/2021 | ATTUALITÀ

682 Lettori unici

L'Help Center di via Colombo a Torrevarata

È giunta a scadenza la gestione dell’Help Center “Felicia Impastato" di Santa Teresa di Riva, finora in mano all’associazione “Penelope”. Il contratto quinquennale di comodato d'uso gratuito con il Comune è stato infatti siglato il 10 marzo del 2016 e dunque già da un mese è stato superato il termine, ma il gestore attuale ha l'obbligo di garantire le attività fino a quanto non subentrerà un nuovo operatore. La Giunta comunale, su proposta dell’assessore ai Servizi sociali Annalisa Miano, ha approvato una delibera di indirizzo per avviare le procedure finalizzate all'individuazione di un ente del terzo settore per la gestione dei servizi sociali previsti all'interno della struttura di via Cristoforo Colombo e dunque è stato dato mandato al responsabile del Servizio Promozione sociale di indire una procedura selettiva pubblica, alla quale parteciperà sicuramente anche la “Penelope”, per l’individuazione di un operatore a cui affidare per altri cinque anni la struttura, mentre il direttore dell'Ufficio tecnico comunale dovrà determinare la stima del valore dell’edificio che ospita l’Help Center. Il Comune partecipa infatti concedendo l’immobile in comodato gratuito e con un contributo economico annuale, la cui quantificazione verrà determinata a seguito della stima del valore dell’immobile e della monetizzazione dei servizi da rendere, ossia sportelli informazioni e disbrigo pratiche per disabili e immigrati; centro diurno per disabili o persone con problematiche familiari con spazi per attività di recupero scolastico; sportello psico-sociale per famiglie multiproblematiche; servizio di mobilità per i disabili verso i luoghi di riabilitazione e servizio di emergenza per donne (anche minori) vittime di violenza o maltrattamenti con gravi problematiche sociali e prive di supporto familiare. Cinque anni fa la base d'asta era di 179mila 866 euro e l'associazione “Penelope" si è aggiudicata la gestione con un ribasso del 12,01% ottenendo 82,85 punti e superando altre due concorrenti. Una gestione affidata dopo mesi di scontri con il Comune, in quanto in quanto la "Penelope" sin dal 2012 era stata individuata gestore con affidamento diretto, mentre l’ex sindaco Cateno De Luca rimise tutto in discussione decidendo di bandire un avviso pubblico per garantire i principi di trasparenza e parità di trattamento, come ritenuto corretto anche dalla Regione che dieci anni fa ha concesso un finanziamento da 156mila euro per la ristrutturazione dell’edificio e che aveva fatto presente nel 2015 come il contributo sarebbe stato revocato se non fosse stato individuato un soggetto gestore secondo correttezza e legittimità.


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.