Sabato 24 Febbraio 2024
Stanziate altre risorse per potenziare il servizio fino alla capienza massima


S. Teresa, più posti e personale all'asilo nido: il Comune accoglie tutte le iscrizioni

di Andrea Rifatto | 27/09/2021 | ATTUALITÀ

1549 Lettori unici

L'asilo nido comunale "Maria Montessori"

Accoglierà un maggior numero di bambini l’asilo nido di Santa Teresa di Riva. La Giunta comunale, presieduta nell’occasione dal vicesindaco Domenico Trimarchi vista l’assenza del primo cittadino, ha infatti dato il via libera alla proposta di potenziamento del servizio educativo formulata dall’assessore ai Servizi sociali Annalisa Miano e dalla responsabile del Servizio Pubblica Istruzione Rosa Chillemi, che hanno messo nero su bianco la necessità di incrementare i posti all'interno dell'asilo “Maria Montessori” di via Fratelli Lo Schiavo viste le richieste giunte dalle famiglie. La struttura ha infatti una capienza di 45 posti e attualmente è frequentata da 33 bambini, dal lunedì al venerdì dalle 8 alle 16: al servizio risultano però iscritti altri dodici bimbi, inseriti nella graduatoria stilata nei mesi scorsi, e il Comune ha deciso quindi di potenziare il servizio garantendo l’accesso a tutti coloro che attualmente sono in lista d’attesa, sino alla copertura dei 45 posti previsti. Dunque l’Amministrazione ha stabilito di prelevare 4mila 740 euro dal fondo di riserva del bilancio per aumentare il personale da far operare al nido, in quanto le risorse a disposizione non sono sufficienti. Attualmente nella struttura, gestita direttamente dal Comune, sono in servizio cinque educatrici a tempo indeterminato a 35 ore (una beneficia della Legge 104), due lavoratrici socialmente utili a 20 ore (una assente per congedo straordinario) con un rapporto di una unità di personale ogni sei bambini, tre unità di personale ausiliario a 36 ore (due beneficiarie della 104, una assente per congedo straordinario e una cuoca) e una Lsu a 20, ore con un rapporto di uno a tredici escluso il personale di cucina.  Il Comune ha quindi diramato un interpello rivolto ai propri dipendenti per poter espletare un servizio presso l'asilo nido ma nessun impiegato ha dato adesione e dunque il servizio di potenziamento è stato affidato alla cooperativa sociale “Co.Ser” d Viagrande. La volontà dell’Amministrazione è quella di garantire il funzionamento del nido attraverso il sostegno e il miglioramento dell'offerta qualitativa già esistente, con il potenziamento delle attività attraverso l'inserimento di ulteriori figure professionali, incentivando e promuovendo tutte le azioni utili ad incrementare le iscrizioni fino al raggiungimento della capienza massima, presumibilmente garantita anche per l’anno educativo 2021-2022, attraverso azioni volte a favorire i rapporti tra le famiglie e i soggetti/operatori e raccogliendo le necessità al fine di adeguare l’offerta secondo le esigenze.


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.