Martedì 19 Novembre 2019
Disposti interventi in due zone del paese per sostituire le condotte crollate


S. Teresa, piove e saltano le fogne: Comune costretto a lavori urgenti

di Andrea Rifatto | 22/10/2018 | ATTUALITÀ

1004 Lettori unici | Commenti 1

I danni in via Crispi angolo via Gualtieri

Le carenze strutturali e i limiti della rete fognaria di S. Teresa, o meglio delle rete mista che raccoglie acque bianche e nere, emergono periodicamente e soprattutto in occasione delle piogge. Cosi come è avvenuto negli ultimi giorni, quando i forti temporali che si sono abbattuti su tutto il comprensorio hanno fatto saltare le condotte in due punti del paese, in via Sparagonà vico II ed in via Francesco Crispi angolo via Gualtieri, nel quartiere Barracca. In via Gualtieri i danni alla condotta hanno anche fatto saltare parte del manto stradale intorno al chiusino fognario, che era stato posato di recente dalla ditta che della rete metanifera. Il Comune ha constatato durante i sopralluoghi come sia necessario sostituire due tratti di tubazione fognaria, anche per evitare pericoli per la salute pubblica, in quanto è stato rilevato, anche a seguito di interventi con l'ausilio dell'autoespurgo, che le condotte in cemento rotocompresso di vecchia fattura risultano danneggiate e franate in più punti. L’intervento verrà realizzato con scavo a sezione obbligata, livellamento e formazione del letto di posa, rinfianco ed incamiciatura in conglomerato di tutta la tubazione, posa di tubazioni per fognatura in pvc a parete strutturata con diametri idonei ad accogliere i fluidi e la realizzazione dei pozzetti di allaccio, con il successivo ripristino della sede stradale per dare l'opera finita a perfetta regola d'arte. Interventi progettati dall’ingegnere Onorio Crisafulli dell’Ufficio tecnico comunale, che ha redatto una perizia di spesa per un totale di 48mila euro, di 34mila 363 per lavori e 13mila 736 di somme a disposizione. Il responsabile del procedimento, il dottor Francesco Scarcella dell’Ufficio Manutenzioni, visto che i lavori non possono essere svolti direttamente dal personale comunale per la loro complessità, specializzazione e dotazione di mezzi necessari, per cui bisogna incaricare una ditta specializzata, ha quindi predisposto la determina, firmata dal dirigente dell’Utc, il geometra Francesco Pagano, per procedere all’affidamento delle opere in via diretta, attraverso la richiesta di offerta a operatori economici da scegliere con il criterio del minor prezzo che verranno contattati dal Comune con lettera di invito a partecipare alla procedura. I lavori verranno quindi affidati nelle prossime settimane. Interventi tampone, per risolvere criticità strutturali ed evitare inconvenienti igienico-sanitari, in un paese dove si attende da decenni una rete fognaria degna di questo nome ma soprattutto un sistema di raccolta delle acque piovane che non comporti ad ogni acquazzone l’allagamento delle strade con danni alle strutture pubbliche e private.


COMMENTI

fausto parra | il 22/10/2018 alle 18:21:17

ma come si fa a dare la bandiera blu a paesi in queste condizioni, se non fosse perkè serve ad avallare una pioggia di tasse ineguagliabili e mai viste?

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.