Martedì 18 Giugno 2024
Approvato un progetto di completamento ma non bastano i fondi già stanziati


S. Teresa, nuovi lavori e salgono i costi per la palestra: si usano i ristori dello Stato

di Andrea Rifatto | 11/05/2021 | ATTUALITÀ

1180 Lettori unici

Il cantiere allestito sulla struttura

Ripartiti da un mese dopo alcune settimane di stop, i lavori di ristrutturazione della palestra comunale di Santa Teresa di Riva aumentano ancora dopo una prima variante da 40mila euro approvata nelle scorse settimane, che ha previsto altre sistemazioni sulla copertura e all’interno. L’Amministrazione comunale, dopo aver effettuato un sopralluogo, ha riscontrato infatti altre esigenze ritenendo necessari interventi non previsti in progetto ma utili a rendere la struttura di Bucalo più funzionale e completa. A tale scopo è stato dato indirizzo all’Ufficio tecnico di attivare tutte le procedure necessarie per prevedere in particolare tre lavorazioni: la verniciatura del controsoffitto interno, smontato durante il cantiere, in modo da migliorare le condizioni estetiche; la riqualificazione del prospetto principale sulla via Campo Sportivo, attualmente in lamiera, con la posa di pannelli in fibro-cemento e la stesura di un successivo strato di rasatura con rete porta intonaco e coloritura, in modo da ottenere una vera e propria facciata; infine un intervento di verniciatura del prospetto lato nord della palestra. Ma come far fronte all’aumento della spesa, visto che le somme a disposizione non saranno sufficienti? L’Amministrazione ha già individuato la soluzione: la copertura dei lavori aggiuntivi sarà infatti garantita con parte delle somme relative al contributo erogato dal Ministero dell’Interno con il decreto 11 novembre 2020, ossia i ristori che il Governo ha assegnato per coprire le perdite di gettito connesse all’emergenza epidemiologica da Covid-19, al netto delle minori spese e delle risorse assegnate dallo Stato a compensazione delle minori entrate e delle maggiori spese. Santa Teresa ha avuto un acconto di 95mila 209 euro e ne utilizzerà 43mila 704 per il progetto di completamento delle opere di ristrutturazione della palestra comunale, approvato oggi dall’Ufficio tecnico, risolvendo così definitivamente tutte le criticità ed evitando di dover intervenire successivamente. Tutti i lavori dovrebbero concludersi entro fine giugno e sono stati resi possibili grazie ad un finanziamento di 413mila 861 euro assegnato dal Governo con il bando Periferie urbane, a cui si sono aggiunti 159mila 386 euro del Comune tramite mutuo con Cassa Depositi e Prestiti, mente altri 17mila 982 euro di fondi comunali erano stati già spesi per la progettazione esecutiva, affidata all’arch. Gaetano Milone. L’appalto è stato affidato all’impresa “Antium Costruzioni Srl” di Milazzo e gli interventi più importanti la parte impiantistica, l’adeguamento di vie di fuga e percorsi di accesso/evacuazione, la demolizione della tribuna esistente e la realizzazione di una nuova prefabbricata autoportante, la realizzazione di un tappetino in gomma per utilizzo polivalente e le ristrutturazione dei bagni e dei locali interni. La struttura sarà omologabile per il volley fino ai campionati di Serie B e utilizzabile per gli allenamenti di basket, calcio e altri sport.


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.