Mercoledì 25 Maggio 2022
Disposizioni valide per il periodo estivo in particolare all'estremità sud del paese


S. Teresa, nuova ordinanza per venditori ambulanti e paninari: ribadite regole e divieti

di Redazione | 10/05/2022 | ATTUALITÀ

908 Lettori unici

L’area dove sono consentite le attività di vendita

Nuovo provvedimento in materia di commercio ambulante su aree pubbliche a Santa Teresa di Riva. Il sindaco Danilo Lo Giudice ha infatti firmato un’ordinanza per ribadire le disposizioni da rispettare e le possibili attività da svolgere, alcune delle quali consentite solo nel periodo estivo e autorizzate fino al 30 settembre. Punto fermo delle disposizioni in materia rimane il divieto di effettuare commercio ambulante in forma itinerante sul lungomare Giovanni Falcone e Paolo Borsellino, sule vie Francesco Crispi e Regina Margherita (la Statale 114), in via Stradella Catania e in piazza Antonio Stracuzzi. In quest’ultima area, però, gli ambulanti possono svolgere la loro attività a determinate condizioni e per limitare disagi e criticità il Comune ha individuato un’apposita zona, a ridosso del piazzale ex Stat, dove poter esercitare il commercio. L’area limitrofa al torrente Agrò può essere utilizzata durante il giorno esclusivamente dai venditori di prodotti ortofrutticoli e dai produttori agricoli per la vendita dei prodotti ricavati dal proprio terreno, mentre la sera possono trovare posto i cosiddetti “paninari”, che nel periodo estivo somministrano fino a notte alimenti e bevande. L’orario di vendita consentito agli ambulanti va dalle 7 alle 13 (compresi festivi) e dalle 19 alle 3 di notte per i prodotti alimentari con somministrazione o consumo sul posto; è vietato il posizionamento di alimenti sulla sede stradale o su banchi di appoggio, in quanto la vendita deve essere effettuata su automezzi dotati di autorizzazione sanitaria, così come la vendita e/o la somministrazione di alimenti e bevande dovrà avvenire con mezzi/strutture in linea con le norme igienico-sanitarie ed è assolutamente vietata la somministrazione e vendita di superalcolici e la vendita di bevande in bottiglie di vetro. Nell’area antistante i mezzi attrezzati per la vendita di alimenti e bevande potranno essere collocati tavoli e sedie in uno spazio massimo di 30 metri quadrati, con la pulizia dell’area e lo smaltimento dei rifiuti a carico del titolare dell’autorizzazione. 

Per poter vendere, gli operatori devono essere muniti di autorizzazione e presentare domanda al Suap del Comune: non sono ammesse domande contenenti richieste di occupazioni di suolo per periodi non continuativi, le aree potranno essere date in concessione a ciascun operatore per un periodo coincidente con la vigenza dell’ordinanza, ossia fino al 30 settembre, e durante lo svolgimento del mercato quindicinale del mercoledì è vietata ogni attività. L’ordinanza vieta inoltre di fare richiami con apparecchi acustici di qualsiasi genere in tutto il territorio comunale. Decisioni, quelle adottate nuovamente dal Comune, vista la necessità di risolvere i problemi legati all’aumento del traffico, alla sicurezza e alla quiete pubblica. Per i venditori che non rispetteranno i contenuti dell’ordinanza sono previste sanzioni amministrative da 103 a 516 euro.


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.