Mercoledì 07 Dicembre 2022
Il sindacato replica dopo l'annuncio di stop ai pagamenti alla ditta per i disservizi


S. Teresa, "Niente stipendio ai lavoratori? Andrà il sindaco a raccogliere i rifiuti"

di Andrea Rifatto | 14/08/2021 | ATTUALITÀ

1723 Lettori unici

Raccolta porta a porta a Santa Teresa

Non sono piaciute affatto al sindacato che assiste i lavoratori dell’Aro comunale di Santa Teresa di Riva le parole del sindaco Danilo Lo Giudice, in merito ai disservizi nella raccolta rifiuti. Il primo cittadino ha annunciato lo stop ai pagamenti alla ditta che ha l’appalto, la “Onofaro Antonino” di Naso, come “punizione” per le continue code che si formano quotidianamente dietro al mezzo per la raccolta porta a porta, un problema irrisolto sin dal 2016 con l’avvio del nuovo sistema. “I pagamenti sono sospesi fino a quando si ritornerà alla normalità - aveva detto nei giorni scorsi il primo cittadino - paghiamo puntualmente ogni mese e pretendo che il servizio venga svolto in maniera ineccepibile. Non lo so se ad agosto i lavoratori prenderanno lo stipendio, mi dispiace perchè sono tutti padri di famiglia e li rispetto, ma ne risponde la ditta” aveva aggiunto. Parole che hanno fatto sorgere preoccupazioni tra gli addetti al servizio, raccolte dal sindacato Unilavoratori: “Lo stipendio deve essere versato puntualmente agli operatori entro il 15 di ogni mese - replica Salvatore Trimarchi, referente locale della sigla sindacale - in caso contrario, qualora ci fossero dei ritardi, applicheremo le penali previste dalla legge e procederemo con il pignoramento delle somme presso terzi, ossia al Comune”. Unilavoratori respinge ogni addebito agli addetti in merito a ritardi e incolonnamenti di auto durante la raccolta, legati a suo dire ad una non ottimale organizzazione del servizio da parte della ditta: “Se non dovessero arrivare gli stipendi - conclude provocatoriamente Trimarchi - allora a settembre andranno il sindaco e l’assessore all’Ambiente a raccogliere i rifiuti”. 


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.