Lunedì 20 Maggio 2024
Ne fanno parte amministratori, associazioni e cittadini. Ecco quali compiti avrà


S. Teresa, nata la Consulta per l’ambiente e la qualità della vita: nominati 17 componenti

di Andrea Rifatto | 17/02/2022 | ATTUALITÀ

922 Lettori unici

La presidente Sturiale e l'assessore Lombardo

A dieci mesi dalla sua istituzione in Consiglio comunale, prende forma a Santa Teresa di Riva la Consulta per la sostenibilità ambientale e la qualità della vita. Il sindaco Danilo Lo Giudice ha infatti firmato il decreto di nomina dei componenti, dopo che ad ottobre il Consiglio aveva designato i propri membri, i consiglieri Anna Dominici per il gruppo di maggioranza e Giuseppe Migliastro per la minoranza. Adesso il primo cittadino ha nominato gli altri due componenti di competenza del Comune, ossia la presidente del Consiglio Domenica Sturiale (in qualità di sua delegata) e l’assessore all’Ambiente Gianmarco Lombardo (entrambi senza diritto di voto), mentre gli altri tredici componenti (inizialmente ne erano stati previsti nove) sono stati selezionati tra i quattordici che hanno presentato richiesta entro il 16 agosto, data di scadenza fissata dall’avviso pubblico, tra rappresentanti di associazioni, enti, comitati (Beni Comuni, Admo, ecc) e semplici cittadini residenti: Giuseppe Turiano, Domenica Maria Crupi, Giuliana Nicotra, Salvatore Irrera, Pina Teresa Lontri, Sandro Ballisto, Giuseppe Sturiale, Giuseppe Varrica, Sebastiano Casablanca, Mario Ruggeri, Santo Trimarchi, Antonella Casablanca e Vittorio Scandurra. Un solo richiedente, dunque, è rimasto fuori, secondo i criteri di selezione previsti dal regolamento in caso di istanze eccedenti i tredici posti, ossia l’essere rappresentanti di associazioni, enti, comitati o gruppi, piuttosto che semplici cittadini e la precedenza nella presentazione dell’istanza di partecipazione in base al numero di protocollo assegnato dall'Ufficio competente.

All’interno della Consulta per la sostenibilità ambientale e la qualità della vita verrà eletto un presidente, scelto tra i componenti (esclusi gli amministratori comunali), che durerà in carica tre anni, affiancato da un vicepresidente e da un segretario. Uno strumento di partecipazione sociale voluto dall’Amministrazione con l’intento di coinvolgere la comunità nelle politiche di sostenibilità ambientale e sviluppo sostenibile, migliorando il benessere personale e comunitario e diffondendo l’idea di un’ecologia integrale come pratica quotidiana. Scopo dell’organismo, che ha funzioni consultive, è quello di dare indicazioni e suggerimenti in materia di riduzione rifiuti, mobilità sostenibile, tutela del paesaggio, economia circolare ed energie rinnovabili, promuovendo iniziative utili al conseguimento dell’obiettivo rifiuti zero e salvaguardare l’ambiente da ogni inquinamento, coinvolgendo anche le scuole. Tra gli obiettivi quello di redigere il Piano di qualità della vita e sostenibilità ambientale per migliorare l’ambiente e la vita partendo dal territorio.


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.