Domenica 03 Luglio 2022
Il gruppo "Città Libera" presenta una mozione per la salvaguardia del litorale


S. Teresa. "Fermiamo l'erosione della costa"

di Andrea Rifatto | 05/09/2013 | ATTUALITÀ

3145 Lettori unici | Commenti 4

La spiaggia di S. Teresa 1985-2005 (foto S. Coglitore)

ll gruppo consiliare “Città Libera” di Santa Teresa ha presentato una mozione indirizzata all'Amministrazione comunale in merito al problema dell'erosione della costa, questione sotto la lente d'ingrandimento ormai da parecchi anni. Il fenomeno erosivo si è notevolmente accentuato negli ultimi anni, con una progressiva diminuzione della spiaggia, soprattutto nella zona del Centro e in prossimità della via Del Gambero. Il problema ha assunto dimensioni che cominciano a destare apprensione in seno alla comunità, perché la progressiva diminuzione della spiaggia ha ricadute anche sul settore turistico oltre che causare danni alle abitazioni sul lungomare, colpite dai marosi durante la stagione invernale. La precedente amministrazione aveva commissionato alla Facoltà di Ingegneria dell'Universita di Catania uno studio diretto ad individuare le cause che determinano la diminuzione della costa, da cui ne era derivato un progetto dell'importo di 30 milioni di euro, presentato alla Regione per il finanziamento, per la creazione di una barriera soffolta e per il ripascimento della spiaggia. I consiglieri di minoranza Antonio Di Ciuccio, David Trimarchi, Santino Veri, Franco Brancato e Sebastiano Pinto chiedono adesso che si intervenga con la massima urgenza evitando che si determini una situazione irreversibile e impegnano il sindaco e l'Amministrazione comunale a porre in essere tutti gli adempimenti necessari per fronteggiare il problema.

Più informazioni: spiaggia  lungomare  erosione  


COMMENTI

Guido | il 05/09/2013 alle 23:05:41

E che ci vuole: 6 milioni a testa e la minoranza risolve il problema.

elsa | il 06/09/2013 alle 13:30:52

Non sono di Santa Teresa ma penso che se si svuotassero gli alvei torrentizzi e si riversassero in mare le spiagge riacquisterebbero qualche metro all'anno e anno dopo anno....troppo semplice e poco dispendioso direte....forse ci vuole "l'esperto" ben pagato e magari anche una commissione...!!!!!!!

lino | il 06/09/2013 alle 19:55:48

Città libera ha fatto tanto in questi anni.ha speso 80mila euro per un esperto ben pagato senza risolvere nulla e adesso sollecita la nuova amministrazione.che ridere

Pippo Sturiale | il 06/09/2013 alle 21:15:19

Facciamo due conti: 2 metri di abbassamento per 4000 metri di lunghezza per (50 metri solo la larghezza visibile + 100 metri almeno sottacqua) corrispondono a 1.200.000 metri cubi. UN MILIONE e DUECENTOMILA METRI CUBI DI SABBIA. Uno di quei bestioni di camion che porta 30 metri cubi deve fare 40.000 viaggi ! Vedete quanto ci costa l'ignoranza e la presunzione, quando non la disonestà, di quanti politici e tecnici hanno fatto la scelta di cementificare il torrente Agrò e realizzare il lungomare con bastioni senza sagomatura alcuna e senza regolatori del flusso della risacca. BRAVISSIMI ! .. E l'andazzo non è cambiato, in ogni settore, siamo governati da incapaci. A proposito, chi ha fatto il progetto di massima dell'albergo a Villa Ragno con parcheggio interrato e struttura che arriva sotto il livello del mare? Forse non penso in alto... sarà una base per sottomarini !

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.