Lunedì 25 Maggio 2020
Nuovamente infestate dopo la riqualificazione. Necessari interventi del Comune


S. Teresa, mezzo flop del sistema anti-erbacce nelle aiuole del lungomare

di Andrea Rifatto | 30/03/2019 | ATTUALITÀ

2495 Lettori unici

Un'aiuola sul lungomare infestata da erbacce

Avrebbe dovuto impedire la crescita delle erbacce e consentire così di mantenere sempre in ordine le aiuole e gli spazi demaniali sul lungomare di S. Teresa. Ma lo speciale telo posato l’estate scorsa da una ditta incaricata dal Comune si è rivelato poco efficace e nel giro di alcuni mesi l’erba infestante è ricomparsa in molti punti, tanto da rendere adesso necessari interventi di manutenzione. “Per evitare i continui lavori di scerbatura, l’Ufficio tecnico ha previsto la rimozione dell’erba oltre che la posa del telo e successivamente del pietrisco – spiegava lo scorso luglio il sindaco Danilo Lo Giudice – ogni anno infatti eravamo costretti a continua manutenzione su queste aiuole anche per via dell’erba rigogliosa che cresce continuamente. Con questa soluzione sicuramente riusciremo a ridurre notevolmente l’attività di manutenzione e godere di un lungomare sempre fiorito”. Gli spazi, prima ripuliti da erbacce, arbusti e detriti mediante l’intervento di una ruspa, sono stati infatti riqualificati con la posa di uno strato di ghiaia e poi la piantumazione di 400 lantane, alcune delle quali però danneggiate dalle mareggiate o dal passaggio delle auto di quanti si ostinano a sostare negli spazi demaniali. Lavori, quelli di riqualificazione degli spazi pubblici della litoranea, costati complessivamente quasi 18mila euro, compresa la sostituzione di alcune soglie in marmo nelle piazzole lato mare, danneggiate nel tempo dalle mareggiate.

La scerbatura però, complice probabilmente anche un mancato intervento di diserbo che avrebbe impedito o comunque limitato la ricrescita di erbacce, si è nuovamente resa necessaria e nei giorni scorsi gli operai comunali sono entrati in azione sul lungomare, a partire dal quartiere Bucalo, ripulendo le aiuole demaniali, tagliando le siepi e rimuovendo ogni tipo di sporcizia. Nelle scorse settimane, sempre per mano dei dipendenti del Comune, è stata invece effettuata la potatura degli alberelli di lagerstroemia indica (mirto crespo) situati negli stalli di sosta lato mare. “In vista delle prossime festività pasquali proviamo come sempre a farci trovare pronti – ha detto ieri Lo Giudice - con i nostri operai e l’ausilio delle borse lavoro infatti stiamo sistemando le aiuole sul nostro magnifico lungomare per renderlo sempre più accogliente. Verranno sostituiti i ciglioni danneggiati e si procederà alla scerbatura e alla sistemazione delle siepi. Subito dopo si passerà alle altre zone per le operazioni di scerbatura su tutto il territorio comunale”. Sia i cittadini che i componenti dei Comitati di quartiere segnalano infatti la necessita di provvedere a ripulire diverse zone e rimuovere erbacce ed arbusti cresciuti durante l’inverno. In diversi tratti del lungomare, inoltre, sono necessari lavori di sistemazione dei marciapiedi, visto che la pavimentazione si presenta sconnessa e soggetta a cedimenti che mettono a rischio l’incolumità dei pedoni.  


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.