Martedì 24 Novembre 2020
Dopo la denuncia sui mancati test, il Comune ha organizzato uno screening


S. Teresa, medici e operatori 118 sottoposti a tampone gratuitamente da un laboratorio

di Andrea Rifatto | 21/11/2020 | ATTUALITÀ

535 Lettori unici

La postazione 118 di Santa Teresa

Il grido d’allarme lanciato dagli operatori del 118 della zona jonica sulla mancata esecuzione dei tamponi, nonostante siano in prima linea nell’emergenza Covid che li espone costantemente a rischio contagio, è stato raccolto dall’Amministrazione comunale di Santa Teresa. Mercoledì abbiamo dato notizia della denuncia del personale medico e paramedico, che ha evidenziato di trovarsi ad affrontare una situazione paradossale in quanto la Seus società che gestisce il 118 in Sicilia, non garantisce l’effettuazione costante dei tamponi per scoprire eventuali casi di contagio, ma sottopone i propri dipendenti a test solo in caso di comparsa dei sintomi tipici del Covid-19. Un modus operandi che non consente, quindi, di scovare eventuali soggetti asintomatici, che potrebbero costituire un veicolo di contagio in tutto il territorio dove si muovono. Alcuni operatori hanno deciso di sottoporsi a test privatamente, a proprie spese, e solo in questo modo qualcuno ha scoperto di essere positivo al coronavirus. Appresa la notizia, l’assessore alla Salute di Santa Teresa, Gianmarco Lombardo, ne ha discusso con il sindaco Danilo Lo Giudice ed è stato contattato il laboratorio di analisi biomediche “Lenzo” della cittadina jonica, autorizzato ad eseguire tamponi antigienici rapidi per la diagnosi di Sars-CoV2, dove già nei mesi scorsi è stato effettuato uno screening con test sierologici sui dipendenti comunali. Il laboratorio si è messo a disposizione e ieri ha iniziato ad eseguire gratuitamente (fino a martedì) i tamponi rapidi sui 15 tra medici, autisti e soccorritori della postazione 118 di Santa Teresa, in modo da fugare ogni dubbio sull’eventuale presenza di soggetti positivi. “Abbiamo preso a cuore la questione sulla mancanza di tamponi di controllo ai medici e soccorritori del 118, che stanno in prima linea per tutti noi - commenta Lombardo - e vediamo se si sblocca questa stranezza che avete portato fortunatamente alla luce”. Il laboratorio di analisi ha ringraziato l’Amministrazione per la fiducia e si è detto lieto di poter offrire un servizio alla comunità. Nella zona jonica già alcuni operatori del 118 sono risultati positivi al Covid e dunque effettuare i tamponi e fornire i risultati in tempo rapido è fondamentale per bloccare possibili focolai in presidi che devono garantire sempre elevati standard di intervento.


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.