Lunedì 15 Aprile 2024
Operai assenti da dicembre e cantiere fermo. I tempi potrebbero allungarsi


S. Teresa, lavori al municipio sospesi da oltre un mese: la consegna rischia di slittare

di Andrea Rifatto | 26/01/2021 | ATTUALITÀ

819 Lettori unici

Il cantiere sul palazzo municipale

Sono sospesi da circa un mese i lavori di rifacimento delle facciate e di riqualificazione energetica del municipio di Santa Teresa. Il cantiere, infatti, è fermo da prima di Natale e gli operai dell’impresa “Sae Srl” di Aci Sant’Antonio (Ct), vincitrice dell’appalto per l’importo di 428mila 645 euro, sono assenti da oltre quattro settimane. Gli interventi sono iniziati a fine agosto ma poco prima delle festività sono stati interrotti in quanto la ditta attende l’approvvigionamento di alcuni materiali che sono necessari per poter proseguire con le lavorazioni e dunque non è stato possibile andare avanti come previsto dal cronoprogramma. Le maestranze hanno proceduto fin qui con la rimozione di tutte le parti di intonaco ammalorate sui prospetti dell’edificio e il risanamento delle strutture portanti in cemento armato, oltre alla rimozione dei 155 pannelli fotovoltaici presenti sulle facciate, e alla ripresa proseguiranno con le altre attività previste. I lavori dovrebbero concludersi a fine maggio ma la sospensione potrebbe far slittare la consegna. Fin qui la ditta ha ricevuto a settembre il pagamento dell’anticipo contrattuale per un importo di 85mila 720 euro. Le opere sono state finanziate con un contributo di 702.500 euro concesso dalla Regione siciliana e grazie a quanto previsto in progetto il municipio, realizzato alla fine degli Anni ’80, diventerà un edificio sostenibile e all’avanguardia, con la drastica riduzione dei consumi energetici e delle emissioni inquinanti, l’utilizzo di risorse rinnovabili, l’installazione di sistemi intelligenti di telecontrollo, regolazione, gestione, monitoraggio e ottimizzazione dei consumi. Il progetto è stato redatto dal team guidato dall’ingegnere Carmelita Bambara di Taormina e composto da Francesco Caminiti, Carmelo Francesco Oliva e Pasquale Ruggeri e prevede la ristrutturazione dei prospetti e la riqualificazione energetica dell’involucro, sia opaco che trasparente, con la sostituzione degli infissi in alluminio con serramenti in pvc a vetrocamera; l’isolamento delle facciate con sistema a cappotto e in parte con parete ventilata color blu cobalto, che consente la diminuzione delle escursioni termiche e dei picchi di consumo, permettendo di ridurre la dispersione del calore in inverno ed evitarne l’accumulo in estate; l’installazione di collettori solari per l’acqua calda; un sistema a pompe di calore per la climatizzazione estiva e invernale; un nuovo impianto di illuminazione a Led e sistemi di controllo intelligenti per il controllo e la gestione degli impianti.


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.