Sabato 24 Febbraio 2024
Proseguono i lavori di ampliamento: chiusa l'area sottostante la nuova struttura


S. Teresa, innalzata la seconda terrazza al cimitero: interdetto l'accesso per i cittadini

di Andrea Rifatto | 11/10/2022 | ATTUALITÀ

859 Lettori unici

La seconda terrazza sui loculi sottostanti

A quasi un anno di distanza dall’avvio dei lavori, è stata adesso realizzata la seconda terrazza per l’ampliamento in sopraelevazione del cimitero di Santa Teresa di Riva. Il “Consorzio Artigiano Edile Sicilia” di Pace del Mela, che ha in concessione in project financing fino al 2030 i cimiteri Centro e Misserio, sta procedendo con la costruzione del blocco A1 da 216 posti, ad un’altezza di 11,50 metri dal pavimento, e i lavori sono già a buon punto, visto che dopo la posa dei pilastri a sostegno della piattaforma in elevazione, che ha le dimensioni di 23,25 per 5,20 metri, con struttura portante in travi metalliche e solaio collaborante in lamiera grecata, è stato effettuato anche il getto di completamento in calcestruzzo. Da alcune settimane, però, è chiusa la parte del cimitero dove sono in corso i lavori: la quarta terrazza, l’ultima situata in alto entrando dalla scala principale dove sono presenti circa 300 tombe, è infatti sbarrata in quanto destinata ad area di cantiere, con qualche disagio per i cittadini, che non possono fare visita ai defunti neanche nelle giornate di sabato e domenica, quando gli interventi sono fermi, per portare un fiore e dire una preghiera per i loro cari.

A differenza dei mesi scorsi, quando il Comune aveva diramato un avviso informando della chiusura di questa porzione di camposanto, adesso i santateresini lo hanno scoperto una volta giunti sulla scala di accesso alla terrazza, bloccata dalla recinzione di cantiere. Al di sopra della nuova piattaforma, dove sono state realizzate dodici feritoie che saranno poi ricoperte da una latra di vetro, per consentire alla luce di filtrare sui tombe sottostanti, verranno installati i loculi prefabbricati in vetroresina, la cui leggerezza (70 kg ciascuno) permette di realizzare blocchi modulari con quattro celle sovrapposte racchiuse in un contenitore in muratura con pilastrini scatolari e copertura a tetto con pannelli alleggeriti con finitura finto coppo. Sulla piattaforma verrà posata una pavimentazione antiscivolo e tutt’attorno una balaustra in ferro, con la speranza che si provveda alla raccolta delle acque piovane anzichè lasciarle piovere sui loculi sottostanti. La nuova terrazza sarà servita sia da una scala di accesso (già installata) che da un ascensore utilizzabile anche dai portatori di handicap che sorgerà sul lato opposto, sul perimetro sud del camposanto.


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.