Domenica 24 Ottobre 2021
Rifiuti abbandonati sul suolo pubblico anzichè smaltiti correttamente


S. Teresa, incivili senza limiti: per strada spunta un'altra minidiscarica

di Andrea Rifatto | 11/10/2020 | ATTUALITÀ

1050 Lettori unici

I rifiuti abbandonati

Mobili, cassette, ceste, legname, plastica, sacchetti di spazzatura e rifiuti di ogni genere. Una vera e propria mini discarica a due passi dalle abitazioni. C’è ammassato di tutto in un angolo di via Delle Colline a Santa Teresa, di fronte gli edifici delle case popolari. Una zona spesso dimenticata e lasciata nell’incuria e dove non manca chi ne approfitta per sbarazzarsi dei propri scarti con metodi poco ortodossi. Da diversi giorni sulla strada pubblica davanti le palazzine fa bella mostra di sé una catasta costituita da ingombranti e rifiuti, depositati probabilmente da qualcuno che ha ripulito la propria abitazione o cantina scambiando la strada per una discarica. Il cittadino ha infatti pensato bene di sbarazzarsi del proprio fardello in quel punto anzichè recarsi al Centro comunale di raccolta di contrada Catalmo, dove conferire separatamente i rifiuti a seconda della tipologia, oppure richiedere il ritiro a domicilio, previsto in ogni caso solo per gli scarti ingombranti o voluminosi e non per le minuterie o per i sacchetti di resti indifferenziati. Nessuno finora è intervenuto per rimuovere questo scempio, nonostante sia ben visibile, in una zona che certamente non va classificata di serie B rispetto al centro del paese, e probabilmente toccherà al Comune farsene carico tramite la ditta che si occupa del servizio rifiuti, che addebiterà poi il relativo costo a carico dell’Ente e quindi della collettività. Sia il conferimento al Ccr (aperto dal lunedì al sabato dalle 7 alle 11.30 e dalle 14 alle 16) che il ritiro a domicilio sono gratuiti e dunque non vi sono giustificazioni per abbandonare rifiuti sul suolo pubblico, gesto che costituisce un illecito amministrativo e penale. Qualche utente continua a non comprenderlo e servono quindi più controlli e sanzioni. 


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.