Martedì 02 Marzo 2021
Unica partecipante all'appalto, ha offerto un ribasso di 71 euro su 28.690


S. Teresa, il servizio bagnini affidato alla stessa associazione… ma di un’altra città

di Andrea Rifatto | 20/06/2020 | ATTUALITÀ

1928 Lettori unici | Commenti 1

Una postazione dei bagnini del 2019

È stato affidato al Corpo Volontario di Soccorso in mare-Sezione di Ispica il servizio di vigilanza e salvataggio sulla spiaggia libera di Santa Teresa. Il soggetto affidatario è stato l’unico ad aver partecipato alla procedura negoziata avviata dal Comune, presentando l’offerta un minuto e mezzo prima della scadenza del termine e aggiudicandosi la gara con un ribasso dello 0,245% sull’importo di 28mila 690 euro, dunque con un’offerta economica di 28mila 619 euro, ossia 71 euro in meno della base d’asta. Quest’anno a garantire il servizio bagnini non sarà quindi la sezione nazionale del Corpo Volontario di Soccorso in Mare, come avvenuto fino allo scorso anno non senza problemi che si trascinano ancora oggi relativamente al pagamento dei volontari per la stagione 2019, ma una sua “costola” siciliana con sede a Ispica, anche se per svolgere il servizio sono già stati contattati gli stessi addetti che hanno operato lo scorso anno. In un primo momento la centrale di committenza, che ha gestito la gara d'appalto, ha chiesto chiarimenti e ha inviato richiesta di soccorso istruttorio, visto che nella domanda si indicava la partecipazione sotto forma di raggruppamento temporaneo di imprese ma dalla documentazione si evinceva che la partecipazione era singola con avvalimento. La documentazione presentata in una seconda fase è stata ritenuta esaustiva e dunque la commissione ha proceduto all’aggiudicazione. Il servizio dovrà iniziare il 30 giugno ed essere garantito per 69 giorni: sull’arenile di Santa Teresa verranno posizionate quattro postazioni di salvataggio con due bagnini per ogni turno su due turni di cinque ore ciascuno nelle fasce orarie 9-14 e 14-19. Le torrette verranno installate nei quartieri Portosalvo, Centro, Sacra Famiglia e Bucalo e in due di queste (Portosalvo e Sacra Famiglia) sarà presente la sedia job per disabili che darà la possibilità di entrare in acqua, con l’assistenza di un bagnino formato a tale scopo, ai soggetti diversamente abili e con difficoltà motorie. I bagnini dovranno inoltre vigilare sul divieto di accesso in spiaggia degli animali da compagnia, sul divieto di l’attendamento, sul disturbo della quiete pubblica mediante l'effettuazione di giochi (con palloni, racchette, etc.) se non nelle aree a ciò adibite e sul divieto di pesca dalla riva (consentita solo dalle 19 alle ore 9). 


COMMENTI

Giuseppe Migliastro | il 21/06/2020 alle 13:40:42

Ben 71 € di risparmio. E io che pensavo che stavolta gli operatori prendevano lo stipendio e gli venivano riconosciuti anche i diritti oltre ai doveri!!!

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.