Sabato 16 Gennaio 2021
Seconda edizione organizzata dalla Parrocchia con la regia di Vittorio Bruno


S. Teresa, il Presepe vivente a Portosalvo per tenere vive fede e tradizione

di Andrea Rifatto | 29/12/2017 | ATTUALITÀ

1436 Lettori unici

I figuranti del Presepe con gli organizzatori

Il sagrato della chiesa Santa Maria di Portosalvo di S. Teresa di Riva ha ospitato la seconda edizione del Presepe vivente, organizzato dalla Parrocchia retta da padre Agostino Giacalone con la regia del maestro Vittorio Bruno. Un evento per mantenere vive le tradizioni e valorizzare le capacità della comunità di Baracca, coinvolgendo le famiglie, i giovani e i bambini per far conoscere la vera storia di Maria e Giuseppe. Circa 40 i figuranti presenti nella piazza della chiesa, in cui è stato ricreato lo scenario della Betlemme al tempo del Messia, con la mangiatoia dove venne alla luce Gesù e le botteghe degli antichi mestieri. Il pubblico ha ammirato la narrazione della nascita di Gesù, accompagnata dalle musiche inedite di Alessio Triolo, tramite il racconto di un nonno al nipote, in base a quanto riportato nel Vangelo secondo Luca, partendo dal primo censimento voluto da Cesare Augusto in tutto l'Impero romano, secondo il quale ciascuno doveva tornare con la propria famiglia nella città dei propri avi. Giuseppe, nato a Betlemme, lasciò quindi Nazaret con Maria incinta e si recò nella città natale, dove Maria diede alla luce Gesù, lo avvolse in fasce e lo depose in una mangiatoia. Ad interpretare Giuseppe e Maria sono stati Andrea Frazzica e Tindara Totaro. Alla rappresentazione ha assistito una discreta cornice di pubblico. “Un appuntamento per mantenere vive le tradizioni e la nostra fede, perché rischiamo di perdere i nostri valori cristiani – ha evidenziato il parroco di Portosalvo, padre Agostino Giacalone - oggi non si parla più del Presepe, dei pastori o del Natale se non per questioni legate a un terribile consumismo. Ringrazio Vittorio Bruno per come si è speso anche quest’anno con il suo impegno per la nostra Parrocchia”.  A portare il saluto dell’Amministrazione comunale è stato il vicesindaco Annalisa Miano. 


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.