Martedì 26 Maggio 2020
Progetto alla Regione per via Delle Colline e interventi urgenti in via Fiorentino


S. Teresa, finanziamenti e lavori per le case popolari: si muovono Iacp e Comune

di Andrea Rifatto | 20/12/2019 | ATTUALITÀ

593 Lettori unici

Gli alloggi popolari di via Delle Colline

Ci sono buone possibilità che nel 2020 gli alloggi popolari di via Delle Colline a Santa Teresa di Riva possano cambiare volto ed essere sottoposti a un intervento di restyling atteso da tempo. Martedì l’Istituto Autonomo Case Popolari di Messina ha infatti consegnato nelle mani dell’assessore regionale alle Infrastrutture, Marco Falcone, un progetto di recupero edilizio della palazzina, comprendente venti alloggi, redatto negli anni scorsi dall’Iacp e in attesa di finanziamento. Si tratta di un elaborato esecutivo che prevede una spesa complessiva di 299mila 800 euro, inserito al 46esimo posto nel Programma triennale delle opere pubbliche 2020-2022 e anche nell’elenco annuale 2020 approvato lunedì dal commissario straordinario dell’Iacp, l’ingegnere Leonardo Santoro. “Siamo stati al Dipartimento regionale delle Infrastrutture con il coordinatore generale Maria Grazia Giacobbe – spiega Santoro – e abbiamo consegnato i progetti con le richieste di finanziamento, che riteniamo possano essere tutte soddisfatte grazie alla disponibilità dei fondi ex Gescal (vecchie risorse stanziate dallo Stato) per far sì che nel 2020 gli elaborati vengano validati e si possano appaltare i lavori”. All’incontro era presente anche il sindaco di Santa Teresa, Danilo Lo Giudice. Secondo il Programma triennale opere pubbliche dellIstituto Autonomo Case Popolari, gli interventi dovrebbero iniziare a fine 2020 e concludersi a inizio 2022.

In attesa di questo finanziamento, il Comune sta invece intervenendo con fondi propri per eseguire lavori di manutenzione straordinaria dei balconi e di porzioni dei prospetti degli alloggi popolari di via Fiorentino (foto sopra), dove si trovano 16 appartamenti per i quali l’Ente ha approvato lo scorso anno un piano di vendita agli attuali occupanti, prevedendo di incassare 340mila euro. A seguito delle segnalazioni dei concessionari e dei proprietari, sono state riscontrate criticità su facciate, gocciolatoi e parapetti dei balconi e in alcuni androni di ingresso, oltre alla presenza di pluviali e colonne di scarico in amianto che vanno rimossi. L’Ufficio tecnico ha redatto una perizia di stima prevedendo una spesa di 35mila euro, di cui 25mila 724 per lavori e 9mila 275 per somme a disposizione, e ha affidato i lavori alla ditta Sterrantino Carmelo di Sant’Alessio Siculo per l’importo di 19mila 590 euro, in virtù di un ribasso offerto del 25,10%.


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.