Mercoledì 01 Dicembre 2021
Cassonetti pieni nella cittadina del Capo. Chieste verifiche all'Ato


S. Teresa differenzia e i rifiuti finiscono a Sant'Alessio: protesta del sindaco

di Redazione | 18/06/2016 | ATTUALITÀ

2909 Lettori unici | Commenti 1

Mini discarica sulla Panoramica di Sant'Alessio

Da quando è stata avviata la raccolta differenziata porta a porta a S. Teresa di Riva, il 2 maggio scorso, ma soprattutto dal giorno in cui sono stati eliminati i contenitori stradali, a Sant’Alessio Siculo si è registrato un aumento smisurato e sproporzionato dei rifiuti depositati nei cassonetti. È quanto rileva il sindaco della cittadina del Capo, Rosa Anna Fichera, che ieri ha inviato una nota all’Ato Me4 e per conoscenza al prefetto, alla locale stazione dei Carabinieri e ai responsabili comunali dei Servizi economico-finanziari, di vigilanza e dell’Ufficio tecnico, per richiedere le pesate dei rifiuti a partire dal 2 maggio e il confronto con quelle dello stesso periodo del 2015. Il primo cittadino spiega di aver registrato personalmente (con documentazione fotografica) l’aumento della quantità dei rifiuti depositati nei cassonetti disseminati lungo il territorio comunale e nella richiesta ha sottolineato che il conferimento dei rifiuti in discarica viene pagato a peso e incide proporzionalmente anche sul costo dello spazzamento del territorio comunale, in base ad una decisione già contestata dal primo cittadino nell’assemblea dei sindaci del 2013. La preoccupazione è che i cittadini alessesi si ritrovino a pagare in più per eventuali rifiuti altrui e per questo il sindaco Fichera ha chiesto urgentemente di conoscere i dati delle pesate riservandosi di contestare gli addebiti in fattura qualora fossero riscontrate delle anomalie. Una situazione analoga a quanto si è registrato nelle ultime settimane a Furci, dove la quantità dei rifiuti da smaltire è aumentata considerevolmente in coincindenza con l'avvio del porta a porta a S. Teresa. Intanto, intorno ai cassonetti della cittadina alessese, soprattutto nelle zone periferiche come ad esempio la via Panoramica, spuntano le mini discariche. In questi giorni sono aumentati i controlli effettuati dagli agenti di Polizia municipale guidati dal comandante Onofrio Moschella: le verifiche stanno interessando in particolare i titolari di ristoranti e similari in quanto sospettati di essere tra coloro che prendono maggiormente d'assalto i cassonetti dei comuni limitrofi tra cui anche Sant'Alessio.


COMMENTI

Gianni | il 18/06/2016 alle 10:39:48

Magari si adeguassero a differenziare pure loro o se ancora non lo ritengono opportuno a multare i santateresini che secondo tale fonte buttano la spazzatura fuori paese; fareste cassa forza dai, vigili h24 a santalessio

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.