Giovedì 29 Ottobre 2020
Rimarrà in carica per il triennio 2015/2017. Il sindaco De Luca: ‘Hanno lavorato bene’


S. Teresa di Riva. Revisori dei conti, Collegio riconfermato

di Redazione | 13/07/2015 | ATTUALITÀ

2139 Lettori unici

Il Collegio dei revisori: Vito, Donato e Carnabuci

Nessuna sorpresa stamane a S. Teresa di Riva nella seduta di Consiglio comunale convocata dal presidente Danilo Lo Giudice per l’elezione del Collegio dei revisori dei conti. Com’era ipotizzabile il civico consesso ha riconfermato a scrutinio segreto i tre membri uscenti, eletti nel maggio 2012, anche per il triennio 2015/2017. Presidente del Collegio, in virtù del maggior numero di preferenze ottenute, sei, sarà nuovamente Domenico Donato, iscritto nel Registro dei revisori contabili; in rappresentanza dei ragionieri commercialisti è stato eletto Francesco Vito, (4 voti), mentre Giuseppina Carnabuci, 4 preferenze anche per lei, sarà il componente per la categoria professionale dei dottori commercialisti. Il Collegio dei revisori dei conti è organo di controllo e di indirizzo del Consiglio Comunale: ha il compito di garantire che l'attività amministrativa sia conforme agli obiettivi stabiliti dalla legge e svolge la funzione di vigilanza sulla regolarità contabile, finanziaria ed economica della gestione. Esprime pareri obbligatori sulla proposta di bilancio di previsione e sui documenti allegati, nonché sulle variazioni. Predispone, inoltre, una relazione sullo schema di rendiconto della gestione. In municipio, nei termini fissati dall’avviso pubblico, erano giunte solo quattro domande di partecipazione, da parte dei tre professionisti risultati eletti e del commercialista Sebastiano Cannavò di Taormina. il gruppo di maggioranza “Libera S. Teresa” (assente Carmelina Rigano) e l'indipendente Santino Veri hanno deciso di far convergere i propri voti su Donato e Vito, mentre “Città Libera”, che tre anni fa votò per il presidente Donato, ha sostenuto Carnabuci. I tre componenti del Collegio dei revisori dei conti al Comune di S. Teresa di Riva riceveranno un compenso annuo lordo pari a 3mila 200 euro ciascuno, aumentato del 50% nel caso del presidente. La delibera di elezione, dichiarata immediatamente esecutiva, ha sancito un impegno di spesa pari a circa di 14mila euro annue sul bilancio pluriennale 2015/2017. “I tre professionisti oggi rieletti hanno fatto un buon lavoro – ha commentato il sindaco Cateno De Luca – e si sono distinti per essere stati super partes nell’attività svolta in questi anni. Ringrazio maggioranza e minoranza per averli riconfermati”. Il primo cittadino ha poi invitato i membri dell’assemblea cittadina a far pervenire al presidente Lo Giudice proposte e suggerimenti vista l’imminente chiusura dello schema di bilancio 2015, così da valutare l’inserimento nello strumento contabile di iniziative utili per la città con il relativo impegno di spesa. “Nel prossimo bilancio abbiamo stanziato apposite somme per l’abbattimento delle barriere architettoniche - ha annunciato il sindaco – accogliendo una proposta fatta in passato dalla minoranza”.


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.