Sabato 13 Luglio 2024
Cantiere chiuso con un mese di anticipo. Presto sorgerà anche un'area giochi


S. Teresa, completata la nuova via Campagna: creati altri spazi per i residenti - FOTO

di Andrea Rifatto | 16/04/2020 | ATTUALITÀ

1546 Lettori unici

La strada ampliata e gli spazi recuperati

Sono stati completati con oltre un mese di anticipo i lavori di costruzione del secondo lotto della via Graziella Campagna, la strada di accesso ai complessi Moira-Massarenti nel quartiere Sacra Famiglia di S. Teresa. Iniziati a metà dicembre, dopo una variante che ha fatto slittare di un mese il termine si sarebbero dovuti concludere l’8 maggio ma l’impresa esecutrice, il Gruppo Venere Srl di Vallelunga Pratameno, è riuscita a finire già da alcune settimane le lavorazioni, chiudendo così il cantiere. L’intervento ha consentito di completare il secondo tratto dell’arteria, che arriva fino a ridosso del rilevato ferroviario nell'ottica di un futuro collegamento con la via Sparagonà, ampliandola in larghezza con la stesura dell’asfalto e la realizzazione di marciapiede e illuminazione; a ciò si è aggiunta la sistemazione dell’antica noria (sena utilizzata un tempo per estrarre l’acqua) con il piccolo fabbricato annesso, con la posa di pavimentazione in pietra e panchine nell’area circostante e la realizzazione di una piazzetta dove sorgerà un’area giochi inclusiva per bambini, che verrà dotata di pavimentazione antitrauma, i cui attrezzi saranno offerti da “Sicilia Vera Onlus”. Le opere, progettate e dirette dall’ingegnere Franz Oliva di Roccalumera, rientrano all’interno dei quattro interventi finanziati al Comune dallo Stato tramite il Bando Periferie: rispetto allo stanziamento iniziale di 321mila 500 euro, ne sono stati spesi 274mila 073, di cui 135mila 716 a valere sul finanziamento statale e 138mila 357 euro di cofinanziamento comunale. Al termine delle operazioni si è avuta dunque un’economia di spesa di 47mila 426 euro, come messo nero su bianco nel certificato di regolare esecuzione redatto dal Comune, con cui è stata collaudata l’opera, e martedì il Comune ha liquidato gli ultimi 50mila all’impresa a chiusura dello stato finale. “Quello che per oltre 30 anni è stato un budello di poco più di due metri, dove neanche i mezzi di soccorso potevano transitare, è un quartiere completamente riqualificato commenta il sindaco Danilo Lo Giudice – grazie all’impresa per la grande professionalità, al direttore dei lavori e al nostro ufficio tecnico”.



COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.