Domenica 07 Marzo 2021
Intervento finanziato da Governo e Comune per la sistemazione del Palabucalo


S. Teresa, appaltato l'adeguamento della palestra comunale: ecco tutti i lavori previsti

di Andrea Rifatto | 19/07/2020 | ATTUALITÀ

843 Lettori unici | Commenti 1

Il Palabucalo di Santa Teresa

Sono stati aggiudicati i lavori di adeguamento della palestra comunale di Santa Teresa, inseriti in un progetto da  591mila 230 euro finanziato con 413mila 861 euro assegnati dal Governo con il bando Periferie urbane e 159mila 386 euro del Comune tramite mutuo di Cassa Depositi e Prestiti, oltre a 17mila 982 euro di fondi comunali già spesi per la progettazione esecutiva, affidata all’arch. Gaetano Milone. Ad eseguire le opere sarà l’impresa “Antium Costruzioni Srl” di Milazzo, che ha offerto un ribasso del 18,432% sulla base d’asta di 448mila 372 euro (oltre 15mila 617 euro per oneri di sicurezza) ottenendo così l’affidamento per un totale di 381mila 345 euro. La commissione di gara composta dal dirigente dell’Ufficio tecnico Francesco Pagano (presidente) e da Francesco Scarcella e Rossana Giorgianni (componenti) aveva inizialmente appaltato le opere ad una ditta di Favara ma ha poi riaperto le operazioni correggendo un errore di calcolo e aggiudicando gli interventi all’impresa milazzese. La palestra di Bucalo, realizzata negli Anni ‘80 con struttura portante in carpenteria metallica e con struttura di copertura in carpenteria metallica e pannelli in lamiera grecata coibentata, sarà adeguata funzionalmente per l’uso sportivo, aperto al pubblico, in conformità alle normative vigenti, con un adeguamento sia per quanto riguarda gli standard sportivi (pavimentazione area di gioco, dimensioni, distanze dagli spalti, accessori) che per quanto attiene agli standard di sicurezza elettrico-impiantistica ed in particolare antincendio. La struttura del Palabucalo, però, come abbiamo anticipato nei giorni scorsi, non sarà omologabile per il basket vista l’assenza della distanza minima tra superficie di gioco e spalti, mentre i campionati di volley potranno essere disputati solo fino alle Serie B, sia per la mancanza di requisiti dimensionali che dei posti minimi richiesti per il pubblico, nonostante l’Amministrazione comunale avesse deliberato di voler realizzare un impianto anche per la A. Gli interventi più importanti di adeguamento riguardano la parte impiantistica elettrica e di servizi e quella relativa alla protezione incendi, ossia di adeguamento delle diverse vie di fuga e percorsi di accesso/evacuazione sicuri in caso di esodo. Prevista anche la realizzazione di un muro di contenimento in cemento armato esterno alla palestra che consente, sul lato prospiciente il confine con il campo da calcio, una uscita alternativa per finalità antincendio e di emergenza. Per quanto attiene alle parti strutturali portanti, è prevista la demolizione della tribuna esistente poggiante sulla struttura della palestra (in maniera da ridurne le masse sismiche cui è soggetta attualmente e attuando un miglioramento sismico) e la realizzazione di una nuova tribuna prefabbricata autoportante indipendente direttamente poggiante al suolo. All’interno verrà rifatta la pavimentazione dell’area di gioco con l’utilizzo di tappetino in gomma dello spessore di 7,5 millimetri, saranno ristrutturati in toto i servizi igienici e realizzati locali adibiti ad infermeria e bagni per portatori di handicap. I lavori dureranno sei mesi e saranno diretti dall’arch. Nino Santoro.

Più informazioni: palabucalo  


COMMENTI

fahrenheit | il 20/07/2020 alle 10:38:47

Dall’aspetto sembra un capannone semidiroccato, il migliore intervento sarebbe stato la totale demolizione e la ricostruzione di una nuova e moderna struttura

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.