Sabato 18 Maggio 2024
Gestione per 4 anni. Subito i lavori per le lampade occasionali per la ricorrenza


S. Teresa, appaltata l'illuminazione nei cimiteri: corsa contro il tempo per i Defunti

di Andrea Rifatto | 16/10/2019 | ATTUALITÀ

1917 Lettori unici | Commenti 2

il cimitero centro

È stato appaltato ieri il servizio di illuminazione votiva nei cimiteri di S. Teresa. Ad aggiudicarsi la gara è stata l’impresa Di Natale Domenico di Sant’Alessio, che si è occupata della gestione delle lampade perenni ed occasionali già negli anni scorsi e fino a maggio di quest’anno. L’importo a base di gara per il periodo di quattro era fissato in 162mila 160 euro oltre Iva e alla richiesta di offerta pubblicata dal Comune sul Mercato elettronico della Pubblica Amministrazione, con il criterio della maggiore percentuale in aumento posta a base d’asta (25%), hanno partecipato due operatori economici, entrambi ammessi: la ditta alessese ha offerto un rialzo del 28,5% e si è così aggiudicata l’appalto, mentre seconda è giunta l’impresa Cannistraci Salvatore di Villafranca Tirrena con il 12,21%. L’aggiudicazione di ieri era sospesa e subordinata all’esito positivo di tutte le verifiche di legge sul possesso dei requisiti dichiarati all’atto della partecipazione alla gara e già oggi è divenuta definitiva ed è stato firmato il contratto con la consegna degli interventi, cosìcchè la ditta possa iniziare subito ad allestire gli spazi per l’installazione delle lampadine in occasione della commemorazione dei Defunti del 2 novembre.

La concessione della gestione riguarda il servizio di illuminazione votiva, la manutenzione ordinaria e straordinaria della rete di erogazione dell’energia nei cimiteri e degli impianti votivi in cappelle, tombe, loculi e ossari e in altri punti indicati dal Comune, l’installazione di eventuali nuovi impianti elettrici, l’estensione di nuove linee e la gestione funzionale ed economica delle lampade. La ditta è obbligata a chiedere agli utenti il canone annuale di 15 euro oltre Iva per ogni lampada perenne installata e il canone straordinario di 0,82 euro Iva esclusa per le lampadine occasionali per la ricorrenza dei Defunti. L’incasso totale annuo presunto ammonta a 40mila euro e il concessionario dovrà versare al Comune il canone annuo del 28,5%.


COMMENTI

Giuseppe Migliastro | il 17/10/2019 alle 15:52:40

Qualcosa non mi torna. La matematica non è un'opinione!!!! In base agli atti di gara le offerte come dice bene il giornalista sono da presentare al rialzo, su una base minima del 25%; pertanto non è possibile che l' aggiudicazione sia avvenuta con il 28,5% degli incassi visto che la seconda classificata ha offerto un rialzo del 12,21% rispetto alla base d'asta!!!!

Massimo | il 18/10/2019 alle 06:54:55

Dice Bene Consigliere Migliastro , io l'anomalia la vedo invece nella procedura x questa gara d'appalto , si può fare una gara a 20 giorni dall'evento . mi sembra proprio organizzata ad hoc .cose da procure !!!

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.