Sabato 27 Novembre 2021
I volontari opereranno per 12 mesi con attività a supporto della popolazione


S. Teresa, al via il Servizio civile per 14 giovani: il Coronavirus stravolge i progetti

di Andrea Rifatto | 30/04/2020 | ATTUALITÀ

1056 Lettori unici

L'assessore Annalisa Miano

Partono oggi i tre progetti del Servizio civile universale approvati dal Governo al Comune di Santa Teresa. E anche in questo caso l’emergenza Coronavirus ha inciso sulle attività in programma, che coinvolgeranno per un anno 14 giovani volontari. Il Dipartimento per le Politiche giovanili ha disposto infatti per gli operatori la rimodulazione dei tre progetti, che verranno quindi attuati con obiettivi e attività diverse da quelle previste inizialmente, per ridurre i rischi di esposizione al contagio. “Le attività sarebbero dovute iniziare prima ma a causa dell'emergenza il termine è slittato - spiega l’assessore ai Servizi sociali, Annalisa Miano - ma abbiamo deciso di partire il 30 aprile senza ulteriori rinvii perché riteniamo che la situazione emergenziale sia leggermente migliorata e dunque è possibile svolgere le attività, che non saranno quelle iniziali ma progetti a supporto del territorio, con un welfare leggero, attività di solidarietà alimentare, diffusione degli strumenti di prevenzione tra la popolazione, disbrigo pratiche e acquisto beni alimentari e farmaci". Iniziare il 30 aprile consentirà ai volontari di operare per tutti i 12 mesi previsti fino al 29 aprile 2021 e dunque di non perdere nessun assegno mensile”. I tre progetti del Servizio civile prevedevano inizialmente attività negli asili e sostegno scolastico pomeridiano domiciliare (Coccinella), servizi domiciliari ad anziani e disabili (Mani Tese) ed educazione culturale ed ambientale nelle scuole e sensibilizzazione al tema del turismo (Sea and Art), tutte iniziative che non potranno essere avviate nell’immediato. Dunque si partirà con attività a sostegno della cittadinanza. I giovani coinvolti sono per il progetto Coccinella: Adriana Miuccio, Miriana Mantarro, Vanessa Spadaro e Giada Palermo (Coccinella); per Mani Tese: Alessandra Di Nicolò, Vanessa Trimarchi, Giulia Settimo, Rita Della Scala, Arianna Trimarchi e Dario Rigano; per Sea ad Art: Carmen Pagano, Eric Meesa, Cristian Soraci e Martina Midiri. Dal Governo percepiranno un assegno mensile di 439,50 euro: oggi la presentazione in municipio per iniziare le attività: chi non darà il consenso a partecipare ai progetti rimodulati o si rifiuterà di prendere servizio dovrà rassegnare le dimissioni.


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.