Domenica 28 Febbraio 2021
Il dato emerge dalla relazione stilata dall’arch. Giunta, esperto del sindaco


S. Teresa, 1.028 immobili “fantasma”: dal 2009 ad oggi evasi 5 milioni di euro

di Andrea Rifatto | 11/12/2015 | ATTUALITÀ

1861 Lettori unici

Comune a caccia di immobili sconosciuti (foto Giulio Lettina)

Sono 1.028 gli immobili sconosciuti al fisco nel comune di S. Teresa di Riva. Il dato emerge dalla relazione sull’attività svolta e sui risultati ottenuti stilata dall’arch. Gianfranco Giunta, componente dello staff del sindaco Cateno De Luca, che il 2 marzo di quest’anno ha ricevuto il compito di proseguire l’azione politico-amministrativa di lotta all’evasione fiscale finalizzata all’ampliamento della base imponibile, attività che aveva già svolto dall’agosto 2013 al dicembre 2014 nel ruolo di esperto esterno. Il 30 novembre scorso l’arch. Giunta ha consegnato al primo cittadino, al segretario comunale e al direttore dell’Area finanziaria gli esiti di quanto svolto in questi sette mesi, in particolare sul recupero dell’evasione tributaria su fabbricati non accatastati o accatastati irregolarmente: il professionista ha infatti svolto un’attività di consulenza, formazione, gestione, front-office, diretta operatività all’individuazione, elaborazione, stima, caricamento dati, invio di richieste di aggiornamento catastale a supporto dell’Ufficio tributi, al fine di ottenere il raggiungimento degli obiettivi sul recupero fiscale fissati dall’Amministrazione comunale.

Secondo le previsioni di entrate tributarie come obiettivo da raggiungere nel periodo 2015-2016, il gettito d’imposta presuntivo ai fini Ici/Imu relativamente alle unità immobiliare non accatastate, con classamento anomalo o accatastate tardivamente, per sei annualità (2009-2014) comprensivo di sanzioni e interessi, era stimato in 1.441.692 euro, cifra ricavata calcolando accertamenti su 1.028 immobili in totale. In questa prima fase, corrispondente al 50% delle attività completate, l’arch. Giunta rileva come non solo i risultati raggiunti siano in perfetta linea con le previsioni, cioè di un recupero Ici-Imu-Tasi di circa 1.487.348,72 euro, ma specifica come il lavoro fin qui svolto faccia emergere un altro presunto gettito Tarsu-Tari di circa 1.295.280 euro non preventivato in fase iniziale, scovato in seguito agli accertamenti sui medesimi 1.028 immobili sconosciuti al fisco. Previsioni che vengono ulteriormente confermate se considerati anche gli introiti derivabili da un potenziale recupero sul canone idrico e sui tributi minori. “Non mi fermo qui – scrive Giunta – perché ulteriori gettiti fiscali e obiettivi da perseguire (annualità 2016-2017) riguardano la seconda fase (restante 50%) in cui si prevede un recupero Ici-Imu pari a 876.883 euro e Tarsu-Tari pari ad altri 1.295.280 euro, per un totale extra-gettito tributario (2009-2015) di circa 5 milioni di euro, consentendo di riflesso un ampliamento delle entrate dell’Ente e altresì una maggiore base imponibile ordinaria a regime Iuc da Imu-Tari-Tasi di 500.000 euro annui”. L’arch. Gianfranco Giunta ha consegnato quindi al sindaco Cateno De Luca un quadro completo della situazione, da cui emerge come in questa prima fase siano stati recuperati, o quanto meno accertati, 2,8 milioni di euro di imposte non versate sugli immobili fantasma, mentre la stima per il biennio 2016-2016 ammonta ad altri 2,2 milioni, per un recupero totale stimati di 5 milioni.

Giunta punta a completare nei prossimi anni il lavoro iniziato a marzo: ciò fa intendere, dunque, che il suo contratto a tempo pieno per 36 ore settimanali nello staff di Cateno De Luca, che giungerà a scadenza il 31 dicembre, verrà molto probabilmente prorogato dal sindaco. Nel mese di dicembre, comunque, il tecnico sta proseguendo nella sua attività con l’invio di 2.700 provvedimenti di accertamento (900 per tre annualità), mentre per il biennio 2016-2017 ha già programmato la realizzazione del Sit (Sistema informativo territoriale) attraverso una banca dati unica ed integrata che gestisca tutti le informazioni con l’ausilio delle cartografie. Allo stesso tempo verrà completata la composizione dell’Ufficio unico delle Entrate. 


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.