Sabato 21 Maggio 2022
Affidata la progettazione di tre interventi. Fondi del 2012 della Protezione civile


Roccalumera, si sblocca l’iter per la messa in sicurezza dei torrenti

di Andrea Rifatto | 06/10/2017 | ATTUALITÀ

1739 Lettori unici

Il letto del torrente San Nicola

Si sblocca l’iter per la messa in sicurezza dei torrenti Allume, Sciglio e San Nicola a Roccalumera, tramite la realizzazione di lavori di ripristino dei muri d’argine, con risagomatura dell’alveo e consolidamento dei versanti. Il responsabile dell’Area Tecnica, l’arch. Giuseppe Della Scala, ha affidato l’incarico per la progettazione e direzione lavori all’ing. Giovanni Curcuruto di Furci, che riceverà un compenso di 14mila 747 euro (oltre Inarcassa e Iva) in virtù dei ribasso del 15% offerto sull’importo di 17mila 349 euro. L’Ufficio tecnico ha fatto presente di essere oberato di lavoro e di non avere a disposizione la strumentazione adeguata per redigere l’elaborato. Da qui la decisione di rivolgersi a un tecnico esterno. Le opere sono attese da tempo e verranno realizzate grazie a un contributo di 150mila euro assegnato nel dicembre 2012 dal Dipartimento regionale della Protezione civile, in seguito all’evento alluvionale dell’1 marzo 2011 per il quale il comune di Roccalumera è stato inserito in un programma di interventi straordinari per la messa in sicurezza del territorio. L’iter è stato costellato da intoppi che hanno fatto tardare l’avvio dei lavori. A settembre 2015 la Protezione civile ha autorizzato il Comune ad affidare la progettazione e il 30 marzo 2016 ha chiesto copia del progetto; il Comune ha inviato lo schema di determina per l’affidamento dell’incarico esterno di progettazione solo il 14 novembre 2016 e il 25 novembre la Protezione civile ha risposto che, essendo trascorso il 10 luglio 2016 (data ultima già segnalata al sindaco nel settembre 2015), non poteva autorizzare l’affidamento richiesto fino a quando non sarebbe stata avviata dal Dipartimento nazionale della Protezione civile la gestione ordinaria dell’intervento. Il via libera è quindi arrivato il 27 luglio di quest’anno. 


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.