Martedì 07 Dicembre 2021
Gli impianti dell'area artigianale sono collegati alla rete elettrica ma non attivi


Roccalumera, si punta a riattivare le tettoie fotovoltaiche

di Redazione | 06/09/2016 | ATTUALITÀ

1816 Lettori unici | Commenti 1

Le due tettoie di contrada Piana

L’Amministrazione comunale di Roccalumera punta a riattivare le tettoie fotovoltaiche esistenti all’interno dell’area di contrada Piana, destinata ad insediamenti produttivi. Le due strutture sono state realizzate alcuni anni fa come copertura della zona riservata ai parcheggi e su di esse sono stati installati pannelli fotovoltaici per una potenza complessiva di 88,20 Kw. L’impianto è stato connesso alla rete elettrica gestita da Enel Distribuzione il 31 dicembre 2012 ma da allora, tranne un breve periodo, non ha mai funzionato. Considerato che la capacità produttiva degli impianti è stata stimata in circa 120mila KWh/anno, la Giunta comunale, presieduta dal sindaco Gaetano Argiroffi, ha deciso di avviare le procedure per il ripristino del funzionamento dei pannelli, vista l’importanza dell’infrastruttura sia dal punto di vista economico che ecologico-sociale. La produzione di energia elettrica da immettere poi nella rete pubblica consentirebbe infatti un risparmio in bolletta per l’Ente, che potrebbe anche rivendere quanto prodotto all’Enel, oltre che una riduzione delle emissioni di Co2 in atmosfera. La Giunta ha quindi dato mandato al responsabile dell’Area tecnica di porre in essere ogni utile intervento per rendere funzionante, nel più breve tempo possibile, l’impianto fotovoltaico di contrada Piana. 


COMMENTI

Pippo Sturiale | il 06/09/2016 alle 14:29:30

Quattrocentomila Kwh ! Sprecati. Quanti soldi buttati. Il guaio è che i finanziamenti non prevedono la manutenzione per un certo numero di anni: sarebbe opportuno che la manutenzione potesse fare parte dell'offerta migliorativa, in modo che non si perda ... rame e stagno!

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.