Venerdì 24 Maggio 2024
Interrogazione dell'opposizione sui cumuli, la replica di Lombardo sull'attività svolta


Roccalumera, rifiuti abbandonati sulle strade: è botta e risposta tra minoranza e sindaco

di Andrea Rifatto | 22/03/2024 | ATTUALITÀ

565 Lettori unici

Rifiuti lasciati sul viale dell’Unità e delle Regioni d’Italia

Accende i riflettori anche la minoranza consiliare sui cumuli di rifiuti che si creano ormai da mesi sul viale dell’Unità e delle Regioni d’Italia e in altre zone di Roccalumera. I consiglieri Rita Corrini, Tiziana Maggio, Massimo Bellomo e Maria Rosaria Sparacino hanno infatti presentato un’interrogazione a risposta scritta al sindaco Giuseppe Lombardo per avere chiarimenti sulle carenti condizioni igienico-sanitarie di alcuni punti del paese, che comportano rischi per la salute dei cittadini. L’opposizione chiede perchè da oltre un mese il viale dell’Unità e delle Regioni d’Italia versi in totale stato di abbandono e degrado a causa della molteplice presenza di cumuli di pattumiera mai raccolti e perchè non si sia potuto condurre alcun tipo di intervento atto ad eliminare la situazione di degrado creatasi e a ripristinare il decoro urbano, rimuovendo i cumuli, lavando ed igienizzando i punti sui quali sono abbandonati sacchi di spazzatura (in alcuni casi da oltre un mese) che producono l’emanazione di odori nauseabondi e il girovagare di animali alla ricerca di cibo. Inoltre interrogano il sindaco per sapere se come massima autorità sanitaria locale abbia adottato provvedimenti e visto che ancora il problema persiste se sia in programma la realizzazione immediata di un piano di intervento igienico-sanitario per ripristinare lo stato dei luoghi nel modo più decoroso possibile, con la pulizia della strada, la rimozione dei rifiuti abbandonati, con conseguente disinfestazione e derattizzazione. I consiglieri evidenziano come il viale costellato dalle minidiscariche sia attualmente un importante punto di snodo viario dove scorre tutto il traffico in uscita dal paese, vista la chiusura dell’ultimo tratto di Statale 114, e che a poca distanza dai rifiuti vi sia il parco giochi, intorno al quale si aggirano cani, gatti e topi alla ricerca di cibo tra l’immondizia.

A stretto giro è arrivata una replica del sindaco Giuseppe Lombardo. “Chi amministra o si propone per amministrare deve predicare e razzolare bene - esordisce - il contrasto a chi non accetta le regole si fa sanzionando ed educando”. Il primo cittadino fa presente che da gennaio, quando il Comune ha detto basta all’esposizione indiscriminata della frazione indifferenziata facendo apporre il bollino rosso per i rifiuti non conformi e verificando i mancati ripristini, sono state elevate  circa 30 sanzioni per violazione dell’ordinanza sindacale del 2021, per l’importo di 83,30 euro oltre 18 euro per spese di accertamento, che arriveranno nei prossimi giorni, oltre le diffide già fatte da tempo all’amministratore del condominio “Phoenix” a ripristinare il decoro del proprio complesso residenziale. Sono i numeri sulla riduzione dei costi per conferimenti in discarica e l’aumento di percentuale di differenziata che ci danno ragione - afferma Lombardo - siamo passati dal 65,3% di dicembre al 78,3% di febbraio di raccolta differenziata e siamo scesi dai 19.846 euro di costo di conferimenti in discarica di dicembre ai 9.530 euro di febbraio. Se il prezzo da pagare è il disagio di qualche micro discarica, che sarà comunque recuperata nelle giornate della raccolta dell’indifferenziata, per non avere aggravi di costi e solo dopo che saranno erogate tutte le sanzioni alle utenze che il gestore ci ha già trasmesso, visti i numeri inequivocabili pensiamo che si possa sostenere. Ai consiglieri di opposizione diciamo solo - conclude il sindaco di Roccalumera - di dirci da quale parte stanno, visto che pure in passato hanno criticato il metodo dei bollini e delle sanzioni”.


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.