Mercoledì 07 Dicembre 2022
Intervento dopo le segnalazioni del Comune per eliminare il pericolo per pedoni e auto


Roccalumera, messo in sicurezza il viadotto ferroviario dopo i crolli sulla strada

di Redazione | 17/08/2021 | ATTUALITÀ

552 Lettori unici

Gli interventi di sistemazione dell'impalcato

È stato messo in sicurezza il cavalcavia ferroviario che sorge a Roccalumera sopra la Strada provinciale 25 che collega con Mandanici. Da tempo, infatti, l’impalcato di collegamento che sorge a monte di piazza Mazzullo si presentava in uno stato di degrado strutturale vista l’assenza di intonaco copriferro e l’ossidazione delle armature in ferro, con il conseguente distacco di calcinacci che finivano poi sulla sede stradale, mettendo a rischio l’incolumità degli automobilisti e dei pedoni, soprattutto al passaggio dei treni che provocano vibrazioni dell’impalcato. Adesso un’impresa incaricata da Rete Ferroviaria Italiana è intervenuta con un mezzo dotato di cestello per ripristinare le condizioni di sicurezza del viadotto e dopo aver picconato e rimosso tutte le parti cementizie instabili, ha provveduto a trattare i ferri d’armatura con un idoneo prodotto antiruggine. Dunque non si verificheranno più cadute di detriti in strada e non si correrà più alcun rischio. Nelle scorse settimane la Polizia locale aveva effettuato un sopralluogo e segnalato successivamente lo stato di fatto del ponte ferroviario agli organi preposti, allegando anche alcune fotografie, evidenziando la necessità di intervenire per ripristinare le condizioni di sicurezza. Successivamente la minoranza consiliare aveva inviato una nota al sindaco, allassessore alla Viabilità e al presidente del Consiglio ponendo la problematica allattenzione dellAmministrazione comunale e segnalando una canaletta porta impianti pericolosamente penzolante in quanto non più adeguatamente ancorata allimpalcato.


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.