Venerdì 01 Marzo 2024
Trovate le somme fino a dicembre. Divieto superato grazie alla soddisfazione del Comune


Roccalumera, mensa scolastica salva: affidamento alla stessa ditta... senza rotazione

di Andrea Rifatto | 01/10/2021 | ATTUALITÀ

1167 Lettori unici

Personale e mezzi della Catering a Roccalumera

Seppur in ritardo ma partirà il servizio di mensa scolastica a Roccalumera. Il Comune, dopo aver revocato la gara d’appalto già aggiudicata nei mesi scorsi all'associazione temporanea di imprese “E.P. Spa-Catering Srl” in quanto le risorse stanziate inizialmente sono state in buona parte utilizzate, è riuscito a recuperare 30mila 099 euro “a seguito di puntuale e scrupolosa ricognizione dell’Ufficio Finanziario”, per garantire la refezione scolastica dall’11 ottobre al 20 dicembre, nelle more che venga espletata una nuova procedura di gara per il 2022. Il Comune ha quindi ritenuto di poter procedere all’affidamento diretto del servizio alla ditta “Catering Srl” di Bronte, la stessa che lo ha svolto lo scorso anno e poi in proroga da gennaio fino a giugno, “vista la piena soddisfazione dell’Amministrazione comunale”. Il nuovo affidamento diretto siglato dall’Area Amministrativa violerebbe però il principio di rotazione previsto dall’art. 36 del D. Lgs. 50/2016 (Codice dei contratti pubblici) e quindi il divieto di invito e di affidamento al contraente uscente, che come spiega l’Anac “si applica con riferimento all’affidamento immediatamente precedente a quello di cui si tratti, qualora gli affidamenti abbiano come oggetto una commessa rientrante nella stessa categoria di opere o di servizi o nello stesso settore merceologico”. Un principio che si applica in via obbligatoria solo per procedure negoziate e in casi di affidamento diretto, per evitare la cristallizzazione di relazioni esclusive tra la stazione appaltante ed il precedente gestore e ampliare le possibilità concrete di aggiudicazione ad altri concorrenti. Il principio di rotazione comporta in linea generale che l’invito all’affidatario uscente rivesta carattere eccezionale e sia adeguatamente motivato, con riguardo al numero ridotto di operatori presenti sul mercato, al grado di soddisfazione maturato a conclusione del precedente rapporto contrattuale o all’oggetto e alle caratteristiche del mercato di riferimento. In questo caso dunque “la piena soddisfazione” espressa dall’Amministrazione sarebbe una formula che consente al Comune di superare il problema del mancato rispetto del principio di rotazione. La “Catering”, tra l’altro, sta già riutilizzando da diversi giorni il centro cottura della scuola di Roccalumera centro, a quanto pare per svolgere il servizio in altri comuni dove è affidataria dell’appalto, come ad esempio Santa Teresa di Riva.


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.