Lunedì 20 Maggio 2024
Provvedimento socio-assistenziale del Comune per aiutare le fasce più deboli


Roccalumera, la mensa scolastica sarà gratis per studenti disabili e in disagio economico

di Andrea Rifatto | 22/10/2021 | ATTUALITÀ

581 Lettori unici

Il plesso scolastico del Centro

Agevolare chi deve affrontare quotidianamente maggiori difficoltà e vive in una situazione di disagio familiare, garantendo ugualmente il servizio ma senza quel peso economico che a volte può anche essere difficile da sostenere. Va in questa direzione la decisione assunta dall’Amministrazione comunale di Roccalumera, che ha deciso di esonerare dal pagamento della quota di compartecipazione per la mensa scolastica, per l’anno 2021/2022, gli alunni portatori di handicap grave certificato e quelli che vivono particolari situazioni di disagio sociale ed economico frequentanti i plessi cittadini dell’Istituto comprensivo. Un provvedimento socio-assistenziale varato dalla giunta del sindaco Gaetano Argiroffi per intervenire a tutela delle fasce più deboli della popolazione, in un periodo in cui la pandemia ha accentuato lo stato di crisi di quei nuclei già in difficoltà. Il servizio di refezione scolastica, infatti, non è gratuito in quanto rientra tra quelli a domanda individuale per i quali l’utenza richiedente versa una quota, così come stabilito nella relativa delibera che fissa i criteri di compartecipazione. Dunque a ora in avanti le famiglie di studenti disabili gravi o in stato di disagio economico non dovranno versare la retta per ottenere i buoni pasto, ma potranno accedere direttamente al servizio: saranno ora l’Ufficio Servizi scolastici e l’Ufficio Servizi sociali, in collaborazione e ognuno per la propria competenza, a mettere in atto tutti gli strumenti e le procedure necessarie per dare concreta attuazione al provvedimento secondo le direttive della giunta, stabilendo i criteri esatti e le modalità per usufruire dell’esonero dal versamento delle quote di compartecipazione a carico degli utenti. Intanto nei giorni scorsi è partito il monitoraggio della refezione, al fine di portare in evidenza eventuali problematiche presenti nel servizio e procedere alla loro risoluzione: a svolgerlo a turnazione sarà un docente incaricato per plesso scolastico, per ciascuna giornata di erogazione del servizio, che compilerà un modulo appositamente predisposto e lo consegnerà ai responsabili di plesso, che informeranno il dirigente scolastico dell’Istituto comprensivo di eventuali criticità rilevate durante il pranzo.


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.