Giovedì 28 Maggio 2020
Procede l'iter per affidare i lavori. Il sindaco: 'Risparmieremo 240mila euro l'anno'


Roccalumera, in arrivo due nuovi pozzi per Sciglio e Allume

di Andrea Rifatto | 27/07/2016 | ATTUALITÀ

1855 Lettori unici

La frazione Sciglio, che insieme ad Allume verrà rifornita dai nuovi pozzi

Procede a Roccalumera l’iter per la realizzazione di nuove fonti di approvvigionamento idrico. L’Ufficio tecnico comunale ha pubblicato l’avviso contenente la manifestazione di interesse per l’espletamento della gara d’appalto volta ad affidare i lavori di realizzazione di due pozzi, che serviranno ad aumentare le portate della rete idrica e far fronte a tutti i fabbisogni. Un’operazione voluta dall’Amministrazione comunale del sindaco Gaetano Argiroffi per eliminare i disagi che sono costretti ad affrontare in particolare i cittadini delle frazioni Sciglio e Allume, per il continuo ridursi delle quantità di acqua erogata, specie nei periodi estivi, a causa dell’aumento della popolazione. Situazione che da tempo costringe il Comune ad acquistare il prezioso liquido da Siciliacque, con un costo di circa 240mila annui. Nel novembre 2015 la Giunta ha approvato un progetto definitivo, redatto dall’arch. Giovanni Auditore, per la ricerca di acqua per uso potabile tramite l’esecuzione di trivellazioni: il costo complessivo dell’intervento è di 120mila euro, di cui 83mila 825 euro per lavori, 3mila 470 per oneri di sicurezza e 36mila 174 per somme a disposizione, reperiti tramite un mutuo con la Cassa Depositi e Prestiti inserito nel bilancio di previsione 2015. Le zone individuate per le nuove trivellazioni sono a monte delle frazioni Sciglio e Allume e nei pressi del cimitero comunale: una volta realizzati i due pozzi, sarà così possibile far fluire l’acqua nei serbatoi comunali e poi immetterla nell’acquedotto. Con la manifestazione di interesse pubblicata dall’Utc si procederà adesso alla selezione preventiva delle candidature, finalizzata al successivo invito per l’affidamento dei lavori, che sarà rivolto a 15 operatori. Le domande dovranno essere inviate entro le ore 12 dell’8 agosto e il sorteggio delle 15 ditte da invitare avverrà il 10 agosto. Le opere dovranno poi essere completate entro 64 giorni dalla loro consegna. “Garantiremo così la somministrazione dell’acqua potabile su tutto il territorio comunale, diventando autonomi dal punto di vista dell’approvvigionamento – ha sottolineato il sindaco Argiroffi – e otterremo al contempo un risparmio annuo per le casse comunali di circa 240mila euro”.


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.