Martedì 26 Maggio 2020
Lettera ad Argiroffi: "Incrementare le comunicazioni per dare risposte ai cittadini"


Roccalumera, il Coronavirus apre il dialogo tra sindaco e minoranza: "É tempo di unità"

17/03/2020 | ATTUALITÀ

668 Lettori unici

Il municipio di Roccalumera

“É tempo di cooperazione ed unità per salvaguardare, con decisioni condivise, tutta la cittadinanza riducendo il più possibile gli inevitabili disagi che ne derivano”. A Roccalumera la minoranza consiliare ha aperto il dialogo con l’Amministrazione e ha inviato una lettera al sindaco Gaetano Argiroffi (per conoscenza anche alla Giunta, al presidente del Consiglio comunale e ai consiglieri) per suggerire iniziative volte a informare e tutelare la popolazione. “In questo momento assai difficile di emergenza sanitaria che sta attanagliando la nazione e il mondo intero –scrivono i consiglieri Rita Corrini, Ivan Cremente, Tiziana Maggio e Antonino Scarci – esprimiamo una forte preoccupazione per la situazione socio-sanitaria che si è venuta a creare e che interessa anche il nostro paese. Una situazione drammatica che vede sicuramente coinvolte in prima linea le istituzioni e che richiede la massima collaborazione da parte di tutte le forze politiche e sociali”. La minoranza, tramite il capogruppo, si è messa in contatto con Argiroffi e altri amministratori per avere le giuste informazioni da divulgare ai cittadini per cercare, quanto più possibile, di dare aggiornamenti e rassicurazioni. “Tale clima costruttivo deve proseguire per dare risposte univoche ai cittadini che si sono ritrovati in poco tempo a dover rispettare, in maniera sempre più stringente, le misure previste dal Governo fino a trovarsi in piena zona rossa – scrive l’opposizione – il Comune, mediante il sito internet, ha pubblicato comunicazioni e disposizioni per fronteggiare l’emergenza Coronavirus e le regole per gli spostamenti e comportamenti da adottare, così come dettato dal susseguirsi dei Decreti ministeriali; riteniamo, però, che debbano essere intraprese ulteriori iniziative per soddisfare le richieste della gente che, seppur restando a casa e rispettando diligentemente le regole comportamentali,  sente il bisogno di una costante comunicazione, assistenza e vicinanza”.

I consiglieri di minoranza, dando la propria disponibilità alla massima collaborazione per affrontare al meglio la situazione emergenziale, ritengono quindi opportuno che siano resi noti i provvedimenti che l’Amministrazione comunale ha già messo in atto e quali intende adottare in via precauzionale e preventiva, come suggerito dai decreti del Presidente del Consiglio dei Ministri e dalle ordinanze del Presidente della Regione: “Con rinnovato spirito di collaborazione, invitiamo il sindaco ad incrementare e diversificare le comunicazioni istituzionali, utilizzando altri canali oltre al sito, in risposta a tante preoccupazioni, dubbi ed incertezze che pervadono i cittadini, in base alle seguenti questioni: stato attuale della salute dei cittadini; casi di infezioni in corso, persone in quarantena obbligatoria o volontaria; quantificazione di autodenunce di persone rientrate nel nostro Comune; controllo sul territorio dell’applicazione delle norme ministeriali; numeri di telefono attivi per questa emergenza ai quali la popolazione può fare riferimento per qualsiasi necessità; utilizzo di personale adeguatamente formato (es. gruppo comunale di protezione civile, altre associazioni operanti sul territorio, gruppi di volontari) che possa dare risposte concrete alle necessità di tutti i soggetti, soprattutto le fasce più deboli e svantaggiate, in merito ai bisogni primari, alimenti, farmaci, ecc.; potenziamento dei servizi di assistenza domiciliare. Si ritiene utile, inoltre, che per limitare i danni economici inevitabili a seguito della situazione che si è venuta a creare - in aggiunta alle misure di aiuto economico che il Governo Nazionale andrà ad adottare – anche il nostro Comune sia vicino ai propri concittadini adottando le misure economiche di competenza locale come ad esempio il posticipo del pagamento delle tasse comunali, anche oggetto di accertamento, attraverso l’adozione di nuovi piani di rateizzazione. Solo affrontando con coesione questa situazione drammatica – concludono Corrini, Cremente, Maggio e Scarci – e attuando delle iniziative concrete, si potrà evitare disorientamento e confusione e dare segnali positivi a tutti i cittadini di Roccalumera”.


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.