Sabato 24 Febbraio 2024
In Consiglio comunale botta e risposta tra maggioranza e opposizione sulla struttura


Roccalumera, il cento sportivo rimarrà chiuso e abbandonato: tutte le speranze nel Pnrr

di Andrea Rifatto | 13/10/2022 | ATTUALITÀ

730 Lettori unici

Da mesi il polivalente è sbarrato

Gli appassionati di sport di Roccalumera possono rassegnarsi: il centro sportivo polivalente rimarrà chiuso ancora per parecchio tempo. È ciò che emerso lunedì sera in Consiglio comunale durante la discussione dell’interrogazione presentata due mesi fa dal gruppo di minoranza, con la quale sono stati dati chiarimenti sullo stato della struttura e sulle intenzioni dell’Amministrazione comunale per farla tornare fruibile. Ed è venuto fuori chiaramente che per il momento i cancelli degli impianti per calcetto e tennis di via Collegio rimarranno sbarrati. A ripercorrere gli avvenimenti degli ultimi anni è stato l’assessore allo Sport, Elio Cisca, che ha ricordato come la gestione affidata alla società “Air Sport Center” si sia conclusa il 7 giugno, dopo la rinuncia della ditta a proseguire viste le pessime condizioni degli impianti sportivi che non richiamavano più squadre e utenti. “Servivano almeno 100mila euro per sistemare il campo da calcetto - ha fatto presente Cisca - ma queste somme non erano disponibili e a quel punto l’associazione ha deciso di interrompere i rapporti. Dunque abbiamo ritenuto di chiudere il centro sportivo in attesa di soluzioni per aprirlo in sicurezza”. La speranza è riposta nei fondi del Piano nazionale di ripresa e resilienza, dai quali l’Amministrazione di Roccalumera punta ad attingere avendo presentato un progetto esecutivo da un milione di euro per la riqualificazione e il potenziamento del polo sportivo polivalente: l’elaborato, redatto dall’ingegnere Giuseppe De Luca per una spesa di 715mila 837 euro per lavori e 241mila 672 euro per somme a disposizione, punta a rimettere a nuovo i campi da calcetto e tennis, gli spogliatoi e anche la struttura chiusa rimasta scoperchiata da oltre dieci anni, destinata a basket e pallavolo. “Spendere soldi adesso per lavori tampone non ha senso - ha aggiunto Cisca - ci sono buone speranze per ottenere i fondi del Pnrr nel 2023 e siamo ottimisti che faremo tornare la struttura ad essere un fiore all’occhiello. L’ho fatto presente alle società sportive e capisco anche qualche arrabbiatura”. Fiducioso si è detto anche il sindaco Gaetano Argiroffi: “Solo con fondi pubblici è possibile ripristinare totalmente gli impianti sportivi e tutte le strutture annesse”. 

La minoranza non si è ritenuta pienamente soddisfatta delle risposte: “Il risultato è che dopo nove anni di questa Amministrazione il centro sportivo è chiuso - ha detto la capogruppo Rita Corrini - e non si riescono ad aprire neanche i campi da tennis, così come il palatenda rimane scoperchiato. Alcune risposte sono state date, altre no e rimaniamo dubbiosi. A nostro avviso è mancata nel tempo la manutenzione ordinaria - è stato rimarcato - e aprire la struttura era importante anche per far uscire i nostri giovani dall’isolamento di questi anni e dare un’opportunità agli sportivi di Roccalumera costretti ad andare in altri comuni. Si poteva valutare una gestione diretta. Non sono mancate le schermaglie politiche: “Nel 2013, appena insediati, abbiamo ripristinato noi il centro sportivo” ha detto il capogruppo di maggioranza Cosimo Cacciola, così come il sindaco ha invitato la minoranza a ricordare le condizioni in cui erano gli impianti nove anni fa.


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.