Mercoledì 07 Dicembre 2022
Sversamento dalla condotta di Pagliara. Verifiche dell'Arpa al depuratore


Roccalumera, fogna nel torrente per una... dimenticanza. Ancora mistero sui cattivi odori

di Andrea Rifatto | 03/03/2021 | ATTUALITÀ

1569 Lettori unici

Il laghetto formatosi nel torrente Pagliara

Non bastavano i cattivi odori che ormai da settimane ammorbano tutta la zona sud di Roccalumera e rendono l’aria irrespirabile. All’inquinamento atmosferico si è infatti aggiunto anche quello del suolo, visto che per alcuni giorni si è verificato uno sversamento di reflui fognari sugli argini del torrente Pagliara, sulla sponda sinistra nella zona poco più a monte dell'impianto di depurazione intercomunale. Come abbiamo constatato sui luoghi tra domenica e ieri, all’interno di una cavità si è formato un laghetto putrido e maleodorante e la fogna ha raggiunto anche il letto del torrente, scorrendo lentamente verso valle. Il Comune di Roccalumera ha fatto subito presente come i propri impianti e le condotte fognarie fossero perfettamente funzionanti e ben presto è emerso cose fosse successo: la fuoriuscita proveniva infatti dalla tubazione di scarico che arriva da Pagliara e confluisce poi nel depuratore roccalumerese. A spiegare l'accaduto, che ha allarmato anche i cittadini, è il sindaco del comune collinare, Sebastiano Gugliotta, che abbiamo interpellato ieri: “Venerdì pomeriggio erano in corso dei lavori al depuratore ed è stato chiesto ai nostri tecnici di chiudere momentaneamente il flusso di scarico della fogna - fa sapere il primo cittadino - ma evidentemente poi si sono dimenticati, non è stato ripristinato e quindi i reflui sono usciti fuori dal troppo pieno della vasca esistente nel torrente. Purtroppo c'è stato di mezzo il fine settimana ma non appena abbiamo avuto notizia dello sversamento nel torrente siamo intervenuti per ripristinare il flusso verso l'impianto e adesso stiamo ripristinando la zona, cercando di asciugare quanto rimasto”. Fino a oggi è ancora presente quel “fosso” maleodorante, che però non è la causa dei cattivi odori che quotidianamente creano disagi in paese da parecchio tempo. “Ormai mia figlia sa che dopo il rifornimento di Roccalumera deve tapparsi il naso fino all inizio di Furci Siculo e diventata una cosa fastidiosa” commenta una cittadina; “È una vergogna, a questo punto è un problema di salute pubblica” fa eco un'altra residente. Il Comune di Roccalumera, a conoscenza già da tempo della problematica, sta cercando di risalire alle cause e pare sia stata investita della questione anche l’Arpa, che lunedì avrebbe effettuato un sopralluogo al depuratore: secondo i primi accertamenti gli odori nauseabondi sarebbero legati a reflui maleodoranti in arrivo da un insediamento produttivo di uno dei tre comuni che utilizzano l’impianto.


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.